IL CORRIERE DELLO SPORT. Lazio, che fai con i giovani? Da Cavanda a Kozak, passando per Ceccarelli

Pubblicato 
domenica, 28/08/2011
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti

IL CORRIERE DELLO SPORT. Lazio, che fai con i giovani? Da Cavanda a Kozak, passando per Ceccarelli

Uno stralcio dell'articolo de Il Corriere dello Sport. I ragazzi provenienti dal settore giovanile non trovano spazio in prima squadra...

ROMA - Kozak, Cavanda, Ceccarel­li: alla Lazio ci credono, ci sarebbe un progetto su questi tre, ma non prende forma. Forse è il caso di par­larne a tre giorni dalla chiusura di un mercato bloccatissimo per la società biancoceleste nelle uscite e con la possibilità che l’organico di Reja re­sti extra-large. Difficile trovare spa­zio e farsi largo, continuando a cre­scere.[...]

KOZAK -Cesena, Bolo­gna, Chievo a turno si sono informate e chis­sà quanto si allunghe­rebbe l’elenco se ve­nisseroinseriti i club di serie B, per esempio il Torino se dovesse cedere Rolando Bianchi. L’idea della Lazio è confermarlo e tenerlo in alternativa a Klose. Libor a Skopje non ha gioca­to bene, è apparso impigrito e imbor­ghesito, s’è anche concesso un im­probabile colpo di tacco. Intanto do­vrebbe riacquistare l’umiltà e quella determinazione sotto porta che gli avevano consentito di esplodere nel­la passata stagione, segnando 6 gol in campionato. La Lazio giocherà con il 4-2-3-1 e una sola punta centrale. Klose e Cisse si prenderanno tutto lo spazio, anche Rocchi si trova davan­ti a Kozak, ci sono Sculli e altri due centrocampisti offensivi come Her­nanes e Mauri. Floccari e Zarate ad oggi sono ancora in organico. In que­sta situazione, Libor quanto spazio riuscirà a trovare? E’ il caso di tener­lo o di mandarlo in prestito? [...]

CAVANDA -Poteva rientrare in quei parametri l’esterno belga-angolano, ma è stato inserito in lista B perché considerato in partenza. Dopo la No­cerina, sono venute fuori Juve Stabia e Verona. Cavanda vorrebbe andar via in comproprietà: il prestito al To­rino s’è rivelato un boomerang, per­ché non ha quasi mai giocato. Ma an­che in casa Lazio il suo percorso ha assunto i contorni del mistero. Rive­lazione dell’estate scorsa, debutto in serie A alla “prima” di Marassi, den­tro con il Milan alla quarta al posto di Li­chtsteiner per scelta tecnica, poi schierato con la Juve per mar­care Krasic. Possibi­le che quel gol al 95’ lo abbia bruciato? [...]La domanda sorge spontanea: dov’è l’errore? Reja ha sbagliato a lanciarlo l’anno scorso o la società a cederlo a gennaio?

CECCARELLI -Classe ‘92, il talento dei Parioli ha incantato al Viareggio, al torneo di Ostuni, è piaciuto anche ad Auronzo. In ritiro con la prima squa­dra negli ultimi dieci anni non s’era mai visto un ragazzo così bravo, pe­raltro nato e cresciuto a Roma. L’­hanno chiesto Ascoli, Livorno, Sas­suolo e Grosseto in B. Si farebbe lar­go anche in prestito secco, perché è bravo. E crescerebbe. La Lazio non lo cederà, vuole tenerlo almeno sino a gennaio e l’ha inserito in lista Uefa. A Skopje, nonostante i sei gol di van­taggio, Reja non l’ha fatto entrare in campo neppure negli ultimi minuti. Così è dura giocare.[...]

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram