Restiamo in contatto

NOTIZIE

IL CORRIERE DELLO SPORT. Lazio, ecco come nasce la squadra dei sogni.

Uno stralcio dell’articolo de Il Corriere dello Sport: Le prove sono finite, sta emergendo un gruppo più fisico e votato allo spettacolo. Vi spieghiamo come…

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 3 minuti

Il Corriere dello Sport – Lazio, ecco come nasce la squadra dei sogni

Uno stralcio dell’articolo de Il Corriere dello Sport: Le prove sono finite, sta emergendo un gruppo più fisico e votato allo spettacolo. Vi spieghiamo come…

(foto Getty Images)

Le prove sono finite, sta nascendo la nuova Lazio e l’esordio in Europa League ha rafforzato le convinzioni di Reja. Promossa la formula del 4-2-fantasia con Cissé all’ala sinistra, qualche dubbio resta, ma in campionato si partirà così. […] Sta nascendo la nuova Lazio, più alta e più forte di un anno fa: segnerà tanto anche sfruttando i calci piazzati.

Avanti con il 4-2-3-1 anche in campionato – Ala sinistra senza obblighi di rientro, libero di puntare la porta e svariare sull’intero fronte offensivo. Reja ha promosso il 4-2-fantasia capace di sbriciolare con sei gol i macedoni del Rabotnicki nella partita d’andata dei play off di Europa League. Djibril Cissè continuerà a giocare da attaccante esterno. […] Reja gli ha chiesto invece di pensare solo ad attaccare, di seguire l’istinto per liberare la sua corsa prepotente. Quanto torna, rischia di fare confusione e sbagliare qualche passaggio facile. Reja è convinto che siano le difese avversarie a doversi preoccupare e non il contrario. Il resto lo farà la saggezza tattica dei suoi uomini.
Intanto ha scelto di piazzare Cissè a sinistra perché può accentrarsi e trovare più facilmente il tiro potente di destro dai venti metri ma anche perché dalla sua parte lo coprirà Radu, un terzino-stopper di cui si fida totalmente e spesso abituato a reggere l’uno contro uno. Per rendere meno complicata la fase difensiva, Reja ha deciso anche di invertire le posizioni di Ledesma e Brocchi.
Poi c’è l’intera difesa a proteggere Marchetti. Quattro in linea più due mediani dovrebbe essere sufficiente di giocatori per garantire l’equilibrio, a patto di mantenere corte le distanze tra i reparti e non spaccare in due la squadra.

Brocchi da 8 a mediano Mauri da 10 a esterno più equilibrio e più gol – E’ bastato cambiare l’ordine dei fattori per ritrovare equilibrio e compattezza, anche se con qualche dubbio sui ruoli. Cissè defilato di venti metri a sinistra, Brocchi da numero 8 a centrale, Mauri da mezz’ala mancina a esterno di fascia destra. Ma è la stessa Lazio di prima, è soltanto cambiata la disposizione dei giocatori. […] Approfondendo l’aspetto tattico, il tecnico ha avuto la conferma nelle prime amichevoli attendibili di come non disponesse delle mezze-ali ideali per sostenere il centrocampo a rombo. […] Così è maturata la svolta tattica.
Se al posto di Cana fosse stato acquistata una mezz’ala sinistra, il centrocampo a rombo sarebbe stato possibile. Così no. L’albanese è uno stopper davanti alla difesa, può dare sostanza ed esaltarsi nei tackle, regalando fisicità alla mediana, ma gioca in orizzontale sui 15-20 metri, è statico, non dinamico e funziona bene come mediano, completando il pacchetto accanto a Ledesma, Brocchi e Matuzalem. Con il 4-3-1-2 si ritroverebbero in tre per un solo ruolo. E l’albanese sarebbe il terzo dietro a Ledesma e Matuzalem.

Da Rocchi a Matuzalem da Sculli a Gonzalez è una Lazio camaleonte – Diakitè, Lulic, Cana, Matuzalem, Kozak e Rocchi erano in panchina. Zauri in tribuna, Zarate a casa, Sculli fermo per infortunio. Fuori dalla lista Uefa i nuovi acquisti Konko e Stankevicius, più Gonzalez, ap­pena rientrato dalle vacanze dopo la Coppa America. Esclusi anche Floccari, Stendardo e Foggia, Del Nero e Garrido e i baby Cavanda e Ceccarelli, che forse potrebbero entrare in concorrenza con i titolari e sarebbe opportuno mandarli a giocare. […] Il tecnico friulano ha gli uomini per tutti i moduli, potrebbe anche pensare al 4-4-2 oppure al 4-3-3, considerando il numero degli attaccanti, ma restano soluzioni di ripiego oppure da proporre a partita in corso, perché significherebbe rinunciare a Hernanes, il trequartista su cui si èdeciso di costruire la nuova Lazio. Ma le alternative ci sono anche per il 4-2-3-1. Il reparto dove Reja può scegliere meglio è sulla linea mediana. C’è solo l’imbarazzo perché Ledesma, Cana, Matuzalem e Brocchi sono intercambiabili e possono tutti e quattro integrarsi […] Rocchi ha fatto capire di poter recitare ancora un ruolo importante in questa Lazio e Kozak, che debutterà giovedì a Skopje, dovrebbe partire come alternativa di Klose, a meno che Floccari non venga ceduto e cambino gli scenari nelle ultime 48 ore del mercato. Sculli e Gonzalez sono due ricambi di lusso nel 4-2-3-1 per sostenere il centrocampo quando servirà togliere una punta. Reja sta studiando Lulic, gli piace la sua corsa,ha un bel cambio di passo, deve migliorare nel cross: preso come terzino sinistro, lo sta impostando da ala destra. Nel tempo diventerà un jolly prezioso.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lazionews.eu è una testata giornalistica Iscritta al ROC Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 137 del 24-08-2017 Società editrice MANO WEB Srls P.IVA 13298571004 - Tutti i diritti riservati