IL CORRIERE DELLO SPORT. Reja ha scelto, ecco la Lazio: sarà 4-2-3-1

Pubblicato 
martedì, 09/08/2011
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: 2 minuti

IL CORRIERE DELLO SPORT. Reja ha scelto, ecco la Lazio: sarà 4-2-3-1

Uno stralcio dell'articolo de Il Corriere dello Sport. Il mister goriziano ha scelto il modulo...

ROMA - Reja ha fatto la Lazio, ha la forma del 4-2-3-1, principalmente si baserà sul mo­dulo collaudato. Reja ha fatto la Lazio, gli è servito un mese di lavoro, ha sperimentato il 4-3-1-2 e il 4-4-2, ha testato la squadra in die­ci amichevoli, l’ha sdoppiata per gestire l’or­ganico smisurato (ultimo test giovedì contro la Real Sociedad, poi l’esordio in Europa). Il compito non è stato facile, la società in entra­ta ha operato in tempi brevi, in uscita è in ri­tardo e gli esuberi hanno complicato il lavo­ro di costruzione. Il tecnico, prima di sceglie­re, s’è industriato per trovare la soluzione of­fensiva migliore e far convivere due centra­vanti come Klose e Cissè. Reja alla fine è tor­nato al passato, ha risposato l’assetto più conosciuto e più caldeggiato dal club (gli ac­quisti erano stati scelti in base al 4-2-3-1, co­sì dicono a Formello)[...]

LA DIFESA -La nuova stagione è ripartita da una certezza: la difesa a quattro. Sulla carta è formata da Konko, Biava, Dias e Radu. E’ cambiato il portiere, al posto di Muslera è ar­rivato Marchetti, era fermo da un anno, sta trovando le misure, non è ancora sicurissimo. Sono cambiati i terzini, ma è come se non ci fossero, almeno per il momento. Konko si è fermato quasi subito, uno stiramento al pol­paccio sinistro l’ha messo out nel finale del ritiro di Auronzo. Poi? Non si è più rivisto, lo staff tecnico spera di averlo a disposizione per l’inizio del campionato, non è stato inse­rito nella lista Uefa valida per il turno preli­minare di Europa League. A destra va consi­derato il francese, per adesso sta giocando Scaloni con Zauri e Cavanda dietro (i primi due si giocheranno il posto contro il Rabot­nicki). A sinistra per fortuna c’è Radu, ma non c’è il suo vice, il posto è rimasto vuoto. Lulic, per il tecnico, è un esterno alto di de­stra e neppure di sinistra, dunque come so­stituti ci sono Garrido e anche qui Zauri (re­sta un giocatore di valore). Sono entrambi sul mercato, ne rimarrà solo uno.[...]

IL CENTROCAMPO -Quattro difensori e due me­diani: Brocchi e Cana, Ledesma e Matuza­lem si giocheranno i posti a centrocampo. Reja guiderà un gruppo base di 20-22 gioca­tori, non vuole fare figli e figliastri perché«più o meno ho giocatori dello stesso livello». Brocchi e Ledesma sono in vantaggio su Ca­na e Matuzalem, ma non ci sono gerarchie fisse. Brocchi è una certezza, Cana ha fatica­to all’inizio e ora sembra in crescita; Lede­sma e Matuzalem sono partiti alla grande. [...]

L’ATTACCO -Trequarti e attacco, la formula principale è Cissè, Hernanes, Mauri più Klo­se. Il brasiliano sarà il centrale del terzetto che agirà dietro il tedesco; Cissè partirà da destra, Mauri si piazzerà a sinistra e potrà essere utile pure come rifinitore. Zarate e Sculli sono i jolly sulle corsie o come attac­canti. Tenete d’occhio Rocchi, è sempre grande, poi ci sono Kozak e Floccari (se non partirà). [...]

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram