IL CORRIERE DELLO SPORT. Servono Hernanes e Zarate per ispirare questa Lazio

Pubblicato 
martedì, 02/08/2011
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 3 minuti

IL CORRIERE DELLO SPORT. Servono Hernanes e Zarate per ispirare questa Lazio

Uno stralcio dell'articolo de Il Corriere dello Sport. Il brasiliano e l'argentino devono rientrare nel modulo di Reja...

(foto Getty Images)

ROMA - Uno confinato sulla fascia e sbal­lottato a sinistra e a destra; l’altro intristi­to, confinato a Fiuggi e schierato con la squadra 2. Sacrificati e sprecati, per forza la Lazio è anonima, il duo Klose-Cissè non ha palloni da buttare in porta e il problema del gol rischia di tornare un incubo. Ci so­no due gioielli, si chiamano Hernanes e Za­rate, hanno classe e talento, dribbling, ca­pacità di cross e tiro, potrebbero accende­re il gioco d’attacco, potrebbero servire i due nuovi bomber, ma entrambi sono vitti­me di un modulo che non c’è, di una forma­zione che non ha ancora trovato identità.

PRO E CONTRO -[...] Una soluzione va trovata, magari alternan­doli. Reja finora ha speri­mentato tre moduli. 1) Si era convinto di passare dal 4-2-3-1 dell’anno scorso al 4-3-1-2, ma dopo le prime amiche­voli- materasso s’è reso conto che Klose e Cissè, le star del mercato, non avevano rifor­nimenti. Mauri da mezzala sinistra si ac­centrava troppo e finiva per togliere respi­ro a Hernanes, solo Brocchi (da mezzala de­stra) affondava in verticale (Klose e Cissè sono molto mobili, c’è bisogno di assisten­za e inserimenti da dietro). 2) Il tecnico ha provato ad affidarsi al 4-4-2 con l’idea di fa­re gioco sulle fasce, ma è stato un azzardo schierare come esterni Mauri e Hernanes. Ecco perché ora sta ripensando al 4-2-3-1, in questo modo Hernanes farebbe il tre­quartista, a destra partirebbe Cissè, a sini­stra Mauri o Zarate, in avanti ci sarebbeKlose. Le prove da domani in poi.

IL PROFETA -Hernanes dev’essere al centro della Lazio: si era riposato, aveva iniziato lapreparazione dal primo giorno, con il Vil­larreal è stato schierato ala sinistra e de­stra nel 4-4-2. Il risultato? Non è mai entra­to nel vivo del gioco, non è stato utile in fa­se di non possesso, veniva scavalcato e non gli arrivava un pallone, nel primo tempo s’è segnalato per una sola incursione, quando si è accentrato e ha battezzato l’assist che ha permesso a Cissè di segnare; ha punto quando finalmente si è proiettato sulla tre­quarti, la zona che predilige. Nella ripresa non a caso s’è rivisto nei panni di rifinitore ed è tornato a illuminare. Il Profeta vuole giocare faccia alla porta, non ha il fisico per fare l’ala destra o sinistra che sia, dopo l’in­tervallo ha iniziato a comandare le trame offensive del rombo (in una Lazio che ave­va comunque fiato corto e idee annebbiate). C’è di più: ha provato la conclusione e ha sfiorato il gol, ha servito Klose e Cissè. [...]

MAURITO -Zarate? L’argenti­no era a Fiuggi, sfidava la Reggina:«In questo modo ho fatto giocare a tutti 90 minu­ti, non c’entra chi resta in Italia e chi no, creando casi diventa difficile lavorare », s’è giustificato Reja dopo il match del Ma­drigal, parole che confermano le difficoltà di gestione di un gruppo così valido e nume­roso. La rosa èextra largee qui la colpa è della società, d’accordo la necessità di ga­rantire a tutti un minutaggio equo, ma uno come Maurito (con i suoi pro e contro) non può essere utile alla Lazio in termini di gol e assist? La risposta è sì. Non troverà spa­zio come centravanti considerando Klose e Cissè e allora potrebbe essere utile come terzo a sinistra nel 4-2-3-1, potrebbe garan­tire cross e magie limitando i personalismi. [...]

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram