IL MESSAGGERO. Zarate, è rottura. Si spera nell'Arsenal.

Pubblicato 
sabato, 20/08/2011
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Messaggero - Zarate, è rottura. Si spera nell'Arsenal

Uno stralcio dell'articolo de Il Messaggero: Tecnica, assist e gol: La società: ora basta. Multa e richiamo...

Il caso Zarate agita la Lazio e rovina un po’ la festa per la qualificazione all’Europa League, ormai già acquisita. La società non lascerà cadere nel vuoto la fuga dell’argentino dal ritiro di Formello, alla vigilia della partita di Coppa. Secondo indiscrezioni, questo pomeriggio, alla ripresa degli allenamenti, Maurito, verrà duramente ripreso dall’allenatore Reja davanti ai compagni. Zarate, infatti, nonostante le dichiarazioni di facciata, fatte per ridimensionare l’esplosività della situazione, ha lasciato Formello senza alcuna autorizzazione, dopo un colloquio telefonico con il ds Igli Tare.

[...] La Lazio non è disposta a perdonare ancora una volta l’attaccante argentino e sta valutando anche la possibilità di una multa. Ma la situazione non si risolverà con un provvedimento disciplinare, perché la querelle ha radici profonde e andrebbe affrontata in prima persona dal presidente Lotito. Invece, sembra di assistere a un palleggio di responsabilità, tra società e tecnico, che ha portato a una rottura difficile da sanare. Reja non vede Zarate nel progetto della nuova squadra, Lotito sembra non aspettare altro che l’offerta giusta per venderlo. E al calciatore viene, da tanto tempo, proibito di parlare con la stampa. La gestione di tutta la vicenda ha lasciato parecchio a desiderare. Forse alla vigilia della gara sarebbe stato meglio parlare chiaro a Zarate decidendo, di comune accordo, di escluderlo dalla lista dei convocati.

[...] «Lotito chiede ventuno milioni per cedere Zarate: a queste condizioni credo che non troverà acquirenti e Maurito finirà per restare alla Lazio. Come si può pretendere una cifra simile per un calciatore che non vuoi più?». Sono le parole dell’avvocato Bozzo, procuratore dell’argentino. A questo punto un’altra domanda sorge spontanea: se davvero Zarate dovesse restare, e visti i precedenti con l’allenatore, a quale tipo di stagione andrebbe incontro la Lazio? Per il bene di tutti la società è chiamata a trovare una soluzione che rimetta a posto le cose. Presidente e tecnico devono avere il coraggio di parlar chiaro al ragazzo e dirgli apertamente che la situazione è cambiata completamente e che il suo posto è in panchina. Basta con gli equivoci che producono soltanto danni.
Intanto Zarate resta sul mercato. Ieri, nella capitale, è arrivato un emissario dell’Arsenal per sondare il terreno prima di aprire una trattativa per portare l’argentino a Londra. Ma il club inglese parte da una quotazione lontana da quella della Lazio: 14-15 milioni al massimo. [...] Se proprio questo calciatore non serve più al progetto della Lazio, allora bisogna fare il possibile per cederlo in fretta. L’ipotesi più praticabile potrebbe essere il prestito oneroso.

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram