Restiamo in contatto

NOTIZIE

IL TEMPO. Trazione anteriore.

Uno stralcio dell’articolo de Il Tempo: La svolta del difensivista Reja, tutti i migliori schierati insieme nel «4-2-fantasia». Movimento, scambi, sacrifici: ecco come riprodurre la formula in campionato…

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Tempo – Trazione anteriore

Uno stralcio dell’articolo de Il Tempo: La svolta del difensivista Reja, tutti i migliori schierati insieme nel «4-2-fantasia». Movimento, scambi, sacrifici: ecco come riprodurre la formula in campionato…

(foto Getty Images)

E pensare che lo chiamavano difensivista. Edy Reja, nella prima uscita ufficiale della nuova Lazio ha stupito tutti. Non tanto nella scelta degli uomini, ampiamente prevista compresa la mai facile esclusione di Zarate. E neanche nel modulo, che era quel 4-2-3-1 abbondamentemente utilizzato già nella passata stagione. La novità, semmai, è stata nell’applicazione del modulo stesso. Già nello scorso campionato si era parlato a più riprese di una sorta di 4-2-fantasia con i «magnifici quattro» schierati insieme: Floccari, Zarate, Hernanes e Mauri. I dettami tattici, però, erano molto più rigorosi: in fase difensiva tutti erano chiamati a un grande sacrificio realizzando di fatto quell’«undici dietro la linea della palla» che era stato il segreto di una delle retroguardie meno battute della A. […] in questo avvio di stagione, è stata proprio quella di chiedere esplicitamente ai due elementi più offensivi di trascurare le coperture. Una mossa che da un lato lascia il centrocampo più scoperto, ma dall’altro impedisce ai terzini avversari di spingere troppo.
[…] La Lazio ha aumentato il coefficiente di difficoltà al centro, le difese sono costrette a stringersi intorno all’area e sulle linee laterali si aprono delle voragini, come dimostrano i continui lanci per un Cissé perennemente smarcato. Le stesse posizioni degli attaccanti non vanno considerate dei dogmi. Cissé, in particolare, ha libertà di svariare su tutto il fronte offensivo. Così come non va preso alla lettera il «permesso» di esimersi dalla fase difensiva: Klose è sempre il primo a pressare, Mauri ed Hernanes si sobborcano un grandissimo lavoro in copertura.
[…] L’obiettivo, in ogni caso, sarà almeno per quest’anno quello di fare un gol in più piuttosto che subirne uno in meno. Un po’ come nel Cagliari 2003/04 in serie B. Tridente offensivo composto da Zola, Esposito e Suazo, campionato concluso al primo posto a pari punti col Palermo e la bellezza di 80 gol segnati. Meglio, nella storia della cadetteria, avrebbe fatto solo la Juventus. E sulla panchina sarda c’era proprio il «difensivista» Edy Reja.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lazionews.eu è una testata giornalistica Iscritta al ROC Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 137 del 24-08-2017 Società editrice MANO WEB Srls P.IVA 13298571004 - Tutti i diritti riservati