LAZIO JUVENTUS INZAGHI – Finisce con la vittoria degli ospiti la gara tra Lazio e Juventus: all’Olimpico, una perla di Paulo Dybala regala la vittoria ai suoi a pochissimi minuti dalla fine. Al termine del match, mister Inzaghi è intervenuto ai microfoni di Premium, ‘Sky’, in conferenza stampa e al canale tematico biancoceleste: queste le sue dichiarazioni.

DELUSIONE – Probabilmente non avremmo meritato la sconfitta. Ma il calcio è fatto di episodi, c’è rammarico ma dovremo essere bravi a lasciarci alle spalle queste delusioni ripartendo dalle prestazioni contro due corazzate. Non meritavamo di perderle entrambe, ora ripartiamo dal cuore messo in queste gare.

GOL – Tutti i gol si possono evitare. Si poteva fare fallo prima, se Dybala avesse passato la palla eravamo usciti bene mettendo in fuorigioco tutti. Paolo probabilmente ha avuto paura del VAR. Sarà una sconfitta che ci aiuterà. Siamo stati molto bene in campo e dobbiamo essere bravi a lasciarci queste delusioni alle spalle.

RIGORE – Contatto Benatia-Lucas? Non l’ho ancora visto, mi dicono sia netto. Ma sarebbe cambiato poco. Sapete che non voglio commentare: sicuramente l’avranno rivisto ed avranno valutato che non c’era rigore. Non ho voluto rivedere le immagini del rigore di Leiva, ora cambierebbe poco. Rimane l’amarezza per aver perso una gara nella quale non abbiamo demeritato; l’episodio è simile al rigore che ci hanno fischiato a sfavore nella gara contro la Fiorentina in campionato.”

SCELTE DI FORMAZIONE – Non avevo Marusic perché squalificato, Basta e Patric non potevano giocare, Lulic aveva già ricoperto il ruolo di esterno in carriera e quindi ho optato per il bosniaco sulla corsia destra. Luiz Felipe è giovane e sta crescendo, mi mette in difficoltà come avevo detto in conferenza ieri e la partita di questa sera era giusta per lui.

LUIS ALBERTO-ANDERSON – Non posso rimproverare nulla ai ragazzi. Strakosha non ha fatto una parata, Buffon invece ha salvato su Milinkovic. Ho fatto solo i complimenti ai ragazzi per oggi. Non ricordo una partita della Lazio dove il portiere è rimasto inoperoso. Rimpianti? Di certo contro una Juve stellare è un peccato, visto che la sensazione era che e se una squadra poteva segnare questa era proprio la Lazio.

MILINKOVIC – Non incide nelle grandi partite? Io penso che in queste due partite ha corso tantissimo. Magari non si può essere lucidi sempre alla stessa maniera. Non posso imputare nulla ai miei ragazzi: sono stati bravissimi.

LA GARA – “Questo è il calcio, mancavano venti secondi. Abbiamo fatto un’ottima partita, Strakosha inoperoso. Quando prendi gol così c’è del dispiacere, ma ho fatto i complimenti ai ragazzi ma le partite son fatte di episodi, stasera a noi negativi. “

STANCHEZZA – “Io non posso recriminare nulla ai miei ragazzi, posso fargli solo i complimenti. Mercoledì avevano fatto 120′ che stasera non si sono visti, a tratti abbiamo dato noi l’impressione di poter fare gol. Ora ci lasceremo alle spalle queste due grandi delusioni, una ai rigori e una al 92′, il calcio è così.”

RIPARTIRE – “Da martedì ai ragazzi dirò che il Milan e la Juventus nel girone d’andata le abbiamo battute, e nel ritorno avremo comunque meritato. Ripartiremo dalle prestazioni, dalla compattezza del gruppo, è una squadra di grandi valori e gran cuore.”

GIORNATA DECISIVA – “Mancano tante partite, c’è tempo e spazio per tutti. Alla lunga quello che dirà il campo verrà fuori.”

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.