lazionews-lazio-inzaghi-applauso
Foto LaPresse
Tempo di lettura: 3 minuti

INZAGHI HELLAS VERONA LAZIO – La Lazio cala il pokerissimo al Bentegodi contro l’Hellas Verona di Juric. I biancocelesti dopo essere andati sotto grazie al calcio di rigore di Amrabat, trovano la via del pareggio con Immobile sempre dal dischetto. Nella ripresa le aquile rompono gli argini eretti dal Verona e raddoppiano con Milinkovic prima di allungare definitivamente con Correa e di nuovo Immobile che sigla i gol numero 33 e 34 in campionato. Al triplice fischio l’artefice della cavalcata biancoceleste, Simone Inzaghi, ha parlato ai microfoni di Sky Sport, della radio del club e in conferenza stampa. Ecco tutte le sue impressioni a caldo.

Hellas Verona Lazio, la conferenza stampa di Inzaghi

“I ragazzi non hanno mai mollato, neanche dopo l’obiettivo Champions raggiunto. Abbiamo voluto fortemente questa vittoria. Immobile? Sta battendo tutti i record, se lo merita. Ha dei valori importanti, con una famiglia alle spalle. Ha la fortuna poi di giocare in una squadra meravigliosa, con dei compagni che giocano per lui. Cercheremo di aiutarlo a centrare tutti i record. Sono orgoglioso di quello che stanno facendo questi ragazzi in questi quattro anni. Nelle mie 201 partite hanno sempre dato tutto. Ora vogliamo finire bene queste due partite, poi penseremo alla prossima stagione”.

L’analisi di Hellas Verona Lazio

“Si è vista la Lazio di prima del lockdown. Ho avuto la possibilità di fare dei cambi dalla panchina anche perché ora la rosa è adeguata. Nelle prime partite abbiamo avuto tanti problemi, sappiamo come è complicata la Serie A. Oggi abbiamo fatto una grande gara con un avversario difficile da affrontare. La partita è stata preparata in due giorni, ma siamo stati bravi. Abbiamo giocato a buoni ritmi nonostante il caldo, siamo contenti. Volevamo restare al passo di Inter e Atalanta.”

Il rapporto Immobile Luis Alberto

“Luis e Ciro hanno legato tanto anche fuori dal campo. Con Immobile abbiamo la classifica marcatori e la Scarpa D’Oro, mentre Luis ha la classifica assist. Sono obiettivi importanti, ma entrambi sanno che tutto questo è stato possibile anche grazie agli altri compagni di squadra. L’ultimo rigore? C’era un accordo tra loro di cui non ero a conoscenza, è stato giusto però calciarlo normalmente.”

Il post lockdown

“Sono stati quattro anni importanti, ma soprattutto in questa stagione abbiamo ottenuto risultati ottimi. Record di vittorie, di punti, ritorno in Champions e vittoria della Supercoppa. Spiace che non ci siano i tifosi allo stadio ché per noi sono stati fondamentali dall’inizio del campionato. Anche fuori casa sembrava di stare all’Olimpico. “

La preparazione estiva

“Giocheremo l’ultima partita il 2 agosto, poi cominceremo subito a lavorare per la prossima stagione.  Ci ritroveremo il 19 a Roma qualche giorno prima di partire per Auronzo. Alcuni nazionali andranno via a inizio settembre e ci sarà poco tempo per lavorare. Leiva e Lulic sono giocatori importantissimi e che speravo di avere subito dopo la ripresa. Spero siano a disposizione per la nuova stagione. Sappiamo quanto è difficile giocare partite ravvicinat,e ma stanno rientrando giocatori importanti. Sono tornati Marusic e Correa e ho più scelte per fare cambi a partita in corso.”

Ciro Immobile

“Gli dico che mancano ancora due gare e deve fare ancora qualche gol per noi e per i tifosi. Ho un rapporto con lui che va oltre il calcio e che si è instaurato nel tempo. Negli spogliatoi ha ringraziato i suoi compagni, perché lui ha fatto tanti record anche grazie a loro. Spesso Correa, Caicedo, Luis Alberto rinunciano a qualche gol per farli fare a lui perché sanno quanto ci tiene”. 

Su Djavan Anderson e Parolo

Djavan Anderson si è fatto trovare pronto, è molto generoso e si allena sempre al massimo. È un ragazzo serio e si è meritato con gli allenamenti queste partite. Parolo posso solo ringraziarlo, lui sa la stima che ho nei suoi confronti. Quest’anno ha giocato un po’ meno perché a centrocampo era difficile fare cambi, però queste ultime partite le ha fatte una meglio dell’altra. Brescia? Vogliamo fare un’altra vittoria, andare a 78 e muovere la classifica. Dovremo affrontarla nel migliore dei modi perché quando non lo facciamo soffriamo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.