lazionews-lazio-inzaghi-applauso
Foto LaPresse
Tempo di lettura: 3 minuti

TORINO LAZIO INZAGHI – La sesta giornata di campionato regala una vittoria incredibile alla Lazio. All’Olimpico di Torino, la squadra di Inzaghi è passata in vantaggio, ma si è fatta prima riprendere e poi superare dai granata. Nella ripresa, poi, Milinkovic ha trovato subito il 2 a 2 con una punizione magistrale rimettendo la Lazio sul binario giusto. Sul risultato di parità, la gara è rimasta equilibrata fino al minuto 87 quando Lukic ha sfruttato un errore clamoroso di Hoedt e ha insaccato a porta vuota. Nei minuti di recupero calcio di rigore per la Lazio trasformato da Ciro Immobile. Poi Caicedo, l’uomo della zona Cesarini, ha spaccato in due la difesa granata e con un gol di forza ha regalato i 3 punti ai suoi. Biancocelesti a quota 10 punti in campionato, a – 6 dalla vetta occupata dal Milan di Pioli. Al triplice fischio, Simone Inzaghi ha parlato ai microfoni di Sky, DAZN, e della radio ufficiale delle aquile di questa vittoria rocambolesca. Ecco il suo giudizio a caldo, con le sue parole anche in conferenza stampa.

Simone Inzaghi su Torino Lazio

“E’ una vittoria estremamente importante e difficile. Fa onore ai ragazzi, abbiamo preso un 3 a 2 in un modo strano. Non ci siamo capiti su una rimessa, però siamo stati bravi a crederci fino alla fine, ci abbiamo sempre creduto. Secondo tempo molto bene, primo tempo abbiamo mantenuto la partita, ma siamo stati poco efficaci. Non è stato semplice andare a Brugge e venire oggi a Torino dopo due giorni e mezzo. Ma penso sia così un po’ per tutti i miei colleghi. Ci dobbiamo adeguare al momento. E’ una situazione che spero possa passare il più presto possibile. Ci siamo complicati noi la partita. Abbiamo preso gol su calcio piazzato, il secondo su calcio di rigore e il terzo ce lo siamo fatti su una rimessa. Dobbiamo crescere e mantenere la concentrazione più alta. Ogni partita nasconde delle insidie.”

Su Caicedo

Caicedo? Penso che abbia dimostrato in questi anni di essere un giocatore importantissimo. Alla seconda di campionato contro l’Atalanta è stato il migliore in campo per me. E’ un ragazzo molto disponibile. E’ un gol importantissimo e di ottima fattura. Ha fatto gol, poi per due partite e mezzo non ha giocato, lo ha fatto poi mercoledì a Bruges. Oggi lo volevo far entrare un po’ prima. Non potevo non andare a esultare insieme ai miei ragazzi. Ci tenevamo tanto a questa partita. Questo gruppo ha dei valori grandi”.

Le motivazioni del gruppo Lazio

“Partita dalle forti emozioni, abbiamo dimostrato che questo gruppo ha grandi qualità sia morali che fisiche. La squadra, nonostante le difficoltà, ci crede sempre. All’87’ qualsiasi squadra si sarebbe arresa, i ragazzi ci hanno creduto. Caicedo ha fatto un gol importantissimo per noi”.

Il valore di Milinkovic

Milinkovic ci sta dando tanto per qualità e quantità. Lui è sempre importante perché ci alza il livello del centrocampo.”

Il turn over

“Ho provato a usare giocatori nuovi come Pereira e Muriqi. Si sono comportati bene entrambi. Sto cercando di ruotare più calciatori possibili in questo momento. Patric anche mi ha dato tanta disponibilità. Sono soddisfatto, devo cercare di ruotare più giocatori possibili. Ho chiesto un grande sacrificio a Patric e Fares che avevano dei problemini, mi hanno dato grande disponibilità”.

Sullo Zenit

“In questo momento programmare qualcosa a lungo termine non è semplice. Domani faremo allenamento defaticante e poi andremo in Russia. Giochiamo ogni 2/3 giorni, ma siamo contenti di questo perché la Champions l’abbiamo voluta.”

Il record contro il Torino

“Mi fa piacere essere l’allenatore della Lazio che ha vinto di più contro il Torino. Non conoscevo questa statistica, ma sono contento.”

La conferenza stampa di Simone Inzaghi

“In questa stagione abbiamo avuto questo spirito. Era una partita difficile in un momento particolare, sono stati bravi i ragazzi a non mollare mai. Avevamo davanti un avversario di valore che a breve risalirà la classifica. Queste sono le difficoltà che credo abbiano anche i miei colleghi. In questo momento avrei bisogno di più rotazioni perché giochiamo ogni due giorni e mezzo e oltre alle difficoltà per il Coronavirus ho timore di qualche infortunio. Ma la situazione è di grande difficoltà. Singoli? Sono contento di Pereira e di Muriqi, ma anche dei subentrati. Leiva e Akpa hanno dato ritmo. Caicedo, Immobile e Cataldi sono stati importantissimi. Adesso con i 5 cambi non ci sono soltanto 11 titolari e senza le sostituzioni non avrei recuperato la partita”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.