Restiamo in contatto

CONFERENZE STAMPA

Juventus, Allegri in conferenza: “Non abbiamo concesso quasi nulla”

Pubblicato

il

allegri lazio juventus
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO JUVENTUS CONFERENZA ALLEGRI – La Juventus ha battuto la Lazio per 2 a 0 grazie alla doppietta di Leonardo Bonucci su calcio di rigore. L’allenatore bianconero Massimiliano Allegri è intervenuto nella consueta conferenza stampa post partita per analizzare l’incontro.

Juventus, conferenza stampa Allegri: sulla partita con la Lazio

“Siamo stati bravi e pazienti, non abbiamo concesso praticamente nulla, a parte uno cross nel primo tempo che è passato in mezzo all’area. Abbiamo avuto diverse occasioni. Per noi è un passo, un passettino. Non dobbiamo pensare che ora tutto vada bene, bisogna continuare a lavorare in questo modo, cercare di migliorare. Arriviamo in area tante volte, ma non chiudiamo l’azione e prendiamo il contropiede. Detto questo la squadra ha fatto una bella partita. Bisogna lavorare, migliorare e presentarsi il prima possibile tra le prime quattro”.

Sull’obiettivo quarto posto

“Dobbiamo cercare di vincere una partita alla volta. Non è questione di umiltà, ma di rispetto dell’avversario. Lo dico sempre, magari sbaglio. Non ho mai visto una grande squadra vincere trofei con superficialità e supponenza. Perché poi entri nel meccanismo che quando giochi grandi partite, la tensione sale come questa sera all’Olimpico. Poi giochi partite medie piccole e lasci qualcosa. Dobbiamo lavorare e capire il prima possibile che per vincere bisogna avere la mentalità di questa sera”.

Sulle condizioni di Danilo

“Danilo non sta bene, si tratta dell’adduttore. Per quanto riguarda il finale di partita, dopo il 2 a 0 c’è il pericolo di un calo dell’attenzione. Rabiot era in terra, abbiamo giocato una palla con sufficienza e loro sono ripartiti. Sono cose che vanno eliminate, in una gara 2 a 0 all’85’ non ci deve essere né un tiro in porta loro né nostro. A meno che non ci sia un’azione in cui vai a colpo sicuro”.

Sull’ammonizione ricevuta

“Il pallone si è fermato, mi sono arrabbiato con Cuadrado. Giustamente l’arbitro mi ha visto. Non me ne ero accorto, dispiace per il gesto, la tensione si alza. Ho visto che gli ultimi minuti quando siamo in vantaggio, il rischio di abbassare l’attenzione c’è. Bisogna cercare di migliorare lì”.

Sui cambiamenti tattici

“Dobbiamo preparare la partita una alla volta, in base all’avversario. Poi con l’infortunio di Danilo, è saltato un po’ il banco. Ho messo Kulusevski, diventava una gara aperta. Hanno caratteristiche diverse”.

Sulle assenze di Dybala e Immobile

“I trofei se li sono divisi Juventus e Lazio. Era una partita bella, se ci fossero stati Dybala e Immobile sarebbe stata ancora più bella”.

LEGGI ANCHE —> Lazio-Juventus 0-2, la doppietta di Bonucci fa volare la Juventus

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lazionews.eu è una testata giornalistica Iscritta al ROC Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 137 del 24-08-2017 Società editrice MANO WEB Srls P.IVA 13298571004 - Tutti i diritti riservati