KLOSE in conferenza: “La maglietta di Osvaldo? Purtroppo non ho fatto in tempo a tirarmi su la mia”

Il bomber ha parlato in conferenza stampa

(getty images)

Questa avventura laziale è un modo per fare vedere Klose in un altro contesto

Le mie qualità non si manifestano soltanto nella Lazio, tutti i miei compagni sanno come lavoro, come corro e penso che questo sia importante. Non è importante parlare prima o dopo, noi l’abbiamo dimostrato sul campo, preferiamo far parlare i fatti da soli

La Lazio è a un punto dalla vetta, si può lottare per il primato?

La Lazio è una squadra molto forte che può puntare al titolo, ma preferisco continuare a lavorare seriamente e stare con i piedi per terra. Questo vale per tutta la squadra.

Episodio spiacevole dello striscione Klose con noi, che ha destato polemiche in Germania per la presunta matrice nazista

Il calcio non può essere mischiato dalla politica, la politica deve rimanere fuori dallo stadio.

Chi ti ha portato alla Lazio e perché l’hai scelta? Nei minuti finali del derby pensavate di poter risolvere la partita?

La partita dura fino al fischio dell’arbitro, fino a quel momento ci devi credere, soprattutto se come me sei un attaccante. A volte si segna nei primi minuti, a volte negli ultimi, spesso è proprio questo il bello del calcio. Ho scelto la Lazio perché ho visto la qualità dei giocatori quale era

Quale è il tuo rapporto con Reja e quanto è importante questo allenatore per la Lazio?

E’ importante come la squadra lavora e si allena, più che il ruolo dell’allenatore. Sono contento che le cose si siano sistemate con il mister.

Si dice che in Italia le difese sono diverse, che si segna poco. Come vedi il tuo compagno di reparto Cisse, che da qualche domenica non riesce a segnare?

Conoscevo la situazione in Italia, non è un problema per noi perché spesso ne basta uno per vincere la partita. Anche se si vince 1 a 0 sono soddisfatto. Non credo ci siamo dei problemi con Cisse, ha dimostrato enorme qualità. E’ normale che quando uno non fa gol si parla di problemi, ma lui è un giocatore importante per questa squadra e l’ha dimostrato.

La vittoria nel derby può segnare il salto di qualità per la Lazio, anche in vista della gara di Europa League?

Vedremo come andrà. Abbiamo vinto un derby importante che molti ricorderanno a lungo. Dobbiamo trarre quanto di più positivo da questa vittoria. Vedremo come la squadra reagirà nelle prossime partite

Sei stato vicino alla Lazio anche a gennaio?

No, non è vero, non ci sono state offerte.

Hai già segnato molto da quando sei a Roma, ma il gol nel derby è il più bello?

Penso che sia stato un gol decisivo, sicuramente uno dei più importanti che ho mai segnato, e ne ho segnati moltissimi.

Che obiettivi ti sei prefissato con la maglia biancoceleste?

Non ho un obiettivo chiaro ancora, non sono venuto qui credendo di vincere la Champions, bisogna essere realisti. Andiamo passo dopo passo e a fine stagione vediamo dove possiamo arrivare.

Moratti e Galliani hanno definito il calcio italiano ‘da pizzerie’, tu quali differenze vedi rispetto al calcio tedesco?

I campionati sono molto diversi, sicuramente quello italiano è diverso rispetto a quello tedesco

Pensi di poter ottenere il trionfo nella classifica canonnieri?

Credo che è necessario essere realisti. Ci sono molti attaccanti bravi in Italia, l’importante è la squadra lavori bene, con costanza, c’è ancora molto da fare e bisogna farlo con calma, poi vedremo

Cos’è cambiato dopo questo gol segnato nel derby?

Non è cambiato molto, ero già stato in città prima e la gente mi fermava anche quando mangiavo. Ieri non sono potuto stare in città quindi per ora non è cambiato nulla

E’ vero che sei così schivo e con quali compagni hai legato di più?

Non ci sono giocatori con i quali il rapporto è migliore, ho legato con tutti. Le persone che mi stanno intorno sanno come sono fatto e non direi che sono così come dite.

Che momento della tua carriera è questo? Qual’è stata la tua miglior stagione?

Spero di continuare a giocare finché le gambe me lo permetteranno, quindi non so ancora per quanto. Intanto starò 3 anni alla Lazio. Spero di non avere infortuni

Le favorite per lo scudetto e i tuoi attaccanti preferiti?

Juve, Napoli, Lazio, Milan, Inter. E gli attaccanti sono quelli che giocano in queste squadre

Hai avuto modo di visitare Roma?

La gente italiana è come si dice, c’è una famigliarità anche nel mangiare che non si trova da ogni parte e anche all’interno della squadra c’è questo clima

Klose ha visto la maglietta di Osvaldo? Pensa che sia stato un gesto arrogante?

Non l’ho vista la maglietta. Sfortunatamente non ho avuto il tempo di tirarmi su la mia

 

Linda Borgioni

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.