Restiamo in contatto

NOTIZIE

LA GAZZETTA DELLO SPORT. Zarate se ne va. Con Klose e Cissé la Lazio ne fa sei.

Uno stralcio dell’articolo de La Gazzetta dello Sport: Maurito lascia il ritiro d’accordo col club. E la squadra si scatena contro i macedoni…

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

La Gazzetta dello Sport – Zarate se ne va. Con Klose e Cissé la Lazio ne fa sei.

Uno stralcio dell’articolo de La Gazzetta dello Sport: Maurito lascia il ritiro d’accordo col club. E la squadra si scatena contro i macedoni…

(foto Getty Images)

Aveva chiesto di chiudere la pratica già nella gara di andata. E’ stato accontentato oltre ogni più rosea previsione, Edy Reja. La Lazio esagera, segna sei gol ai volenterosi macedoni del Rabotnicki, mette al sicuro l’accesso alla fase a gironi di Europa League, ma fa anche di più: conquista la sua vittoria più larga di sempre in Europa. Un divario così ampio non lo avevano ottenuto neppure le varie Lazio targate Eriksson e neanche quella di Maestrelli negli anni ’70 (si erano fermate a un 5-0). Meglio di così non poteva partire.

[…] Promosso a pieni voti il tandem d’attacco Klose-Cissé. Il tedesco crea (suoi gli assist per il gol di Mauri, il primo di Cissé e quello di Rocchi) e solo alla fine si concede il primo gol ufficiale in biancoceleste (l’assist è di Rocchi che ricambia il favore). Il francese invece pensa soprattutto a finalizzare e si presenta all’Olimpico con una doppietta (un gol di piede ed uno di testa tanto per far vedere che il repertorio è piuttosto ampio). I due nuovi acquisti si cercano e si trovano che è un piacere nell’atipico 4-2-3-1 di Reja. Atipico perché il francese non rientra, ma la copertura che gli garantisce alle spalle Brocchi è più che sufficiente. Il potenziale offensivo è completato dalla qualità e dall’intelligenza tattica di Hernanes e Mauri (e nel finale da un Rocchi in salute).

[…] Ma per la Lazio non c’è pace neppure in una serata trionfale come questa. Il caso Zarate è giunto ormai a un punto di non ritorno. L’argentino, dopo essere stato convocato, ha abbandonato il ritiro ed è tornato a casa. Nessuna fuga e nessun provvedimento punitivo. Ma una decisione presa di comune accordo col club, cui Reja si è adeguato. […] La decisione non è però piaciuta al pubblico che ha fischiato Reja e incitato l’argentino. E non è piaciuta neppure al fratello-procuratore, Sergio «Il mercato non c’entra, la scelta è stata di Reja. Mauro ama la Lazio e vorrebbe restare, ma non certo a queste condizioni». Il divorzio pare inevitabile.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lazionews.eu è una testata giornalistica Iscritta al ROC Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 137 del 24-08-2017 Società editrice MANO WEB Srls P.IVA 13298571004 - Tutti i diritti riservati