La LAZIO parte con tanti nodi

Pubblicato 
lunedì, 09/07/2012
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti
(Getty Images)

IL CORRIERE DELLO SPORT (D.Rindone) - Si contano gli assenti. Breno e Yilmaz sono sfumati, non ci saranno né arriveranno. Klose è in vacanza dopo gli Europei (tornerà il 30 luglio). Matuzalem era atteso ieri sera a Roma, non si hanno ancora notizie. Radu si opererà domani al ginocchio destro (da definire i tempi di rientro, massimo 40 giorni). Brocchi e Stankevicius, infortunati, saranno disponibili a settembre (il lituano è sul mercato). Gonzalez e Carrizo sono attesi tra 24 ore in ritiro. E’ una Lazio incompleta quella che stamane raggiungerà Auronzo di Cadore: partenza prevista alle 9.20 da Fiumicino, sbarco a Venezia, un pullman attenderà la comitiva biancoceleste. L’arrivo in Cadore avverrà intorno alle 12, nel pomeriggio inizieranno gli allenamenti. Il rientro a Roma è fissato per il 26 luglio.  Il tecnico ha già fatto colpo sul gruppo, ne parlano tutti bene. Nel primo colloquio è stato chiaro: «Voglio una Lazio propositiva, dovremo attaccare sempre, cercheremo di vincere contro tutti» . Il discorso è piaciuto allo spogliatoio, è in linea con il carattere del personaggio. Darà una chance a tutti, terrà in conto solo il campo, non si farà condizionare da fattori esterni (contratti o rinnovi).

[......]Ventinove convocati, è certo il numero del gruppo, non i nomi. La società non ha fornito l’elenco ufficiale, dovrebbero figurare solo due giovani: il centrocampista Onazi e il bomber Rozzi. Il nigeriano farà parte dell’organico, la società crede in lui e ha chiesto a Petkovic di svezzarlo. La Lazio aveva scelto di portare ad Auronzo anche Keita, l’altra stellina del settore giovanile. E’ una punta esterna promettente, ha il futuro assicurato, è penalizzato dalla rosa extralarge, potrebbe sbarcare ad Auronzo tra una settimana: dipenderà dal mercato in uscita. Nell’elenco dei prescelti dovrebbe esserci Luis Cavanda, l’esterno rientrato dal prestito al Bari. Lo stop di Radu gli ha riaperto (momentaneamente) le porte della prima squadra.

[.......]Petkovic ha già messo sotto torchio la squadra, nessuno s’aspettava di lavorare subito a ritmi frenetici, invece è successo. E’ stata una scelta precisa, il tecnico vuole far abituare la squadra alla fatica sin dai primi giorni. Ha organizzato doppie sedute di allenamento nonostante il caldo che ha colpito Roma e dintorni. Ieri per la prima volta ha schierato la squadra tatticamente, l’ha plasmata sulla base del 4-4-2. Petkovic non ha ancora scelto il modulo, farà vari esperimenti. La nuova Lazio nascerà in ritiro, ci sono varie ipotesi di modulo. Hernanes ha dato la disponibilità a giocare come regista di centrocampo o mezzala. Questo può aprire scenari nuovi rispetto al passato.

 

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram