lazionews-lazio-felipe-caicedo
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

FELIPE CAICEDO LAZIO – La zona Caicedo esiste. Non è più casuale la sua abilità nel segnare quando tutto sembra deciso. La pantera è l’incarnazione perfetta dello spirito della Lazio. Silenzioso e grintoso, il giocatore ecuadoriano si rivela, ancora una volta, una riserva di lusso per Simone Inzaghi.

Il graffio della pantera

L’attaccante biancoceleste ci ha abituato ai suoi gol decisivi nei minuto di recupero. Il tecnico biancoceleste se lo coccola e lo esalta per la sua capacità di farsi trovare sempre pronto. Come ha detto Caicedo al termine della fara “non esistono riserve, siamo tutti importanti”: così è stato ieri e così sarà nei prossimi mesi. Come riporta il Corriere dello Sport, infatti, la Lazio dovrà ancora fare i conti con un’emergenza che non è destinata a finire. Nonostante questo, finché il gruppo avrà questo spirito e giocatori si faranno trovare pronti, Simone Inzaghi potrà sorridere. Per Felipe mai una parola fuori posto anche quando è rimasto spesso in panchina, sempre al servizio del gruppo e decisivo quando entra in campo. Ieri i cambi sono stati decisivi e i subentrati hanno dato tutto come i titolari, soprattutto la pantera. Il numero 32 non molla mai, ci prova fino all’ultimo respiro e il lavoro lo sta ripagando. La zona Cesarini ora è ufficialmente diventata la zona Caicedo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.