Caicedo: "Il rapporto con i tifosi biancocelesti è unico. La stagione dello Scudetto..."

Pubblicato 
lunedì, 05/09/2022
Di
Andrea Castellano
lazionews-lazio-felipe-caicedo-cuore
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO CAICEDO INTERVISTA - Felipe Caicedo si è appena trasferito in Arabia. L'attaccante ex Inter è sempre rimasto nel cuore dei tifosi della Lazio, ed oggi è tornato a parlare. Ai microfoni ufficiali biancocelesti ha rievocato alcuni ricordi importanti con l'aquila sul petto, parlando anche del ballottaggio con Immobile.

LEGGI ANCHE ---> Social, Caicedo compie gli anni: gli auguri della Lazio (VIDEO)

Lazio, le parole di Caicedo nell'intervista

“Sono arrivato da poco qui all’Abha e sono contento di questa nuova avventura. I miei ricordi in Italia sono tutti legati alla Lazio, il mio sentimento è lì. Ho vinto la Supercoppa e da lì è stato perfetto Il primo anno è stato difficile ma dopo tutto è stato più semplice, mi sono ambientato e la storia poi la conosciamo tutti. La Lazio e i suoi tifosi sono una piazza difficile da conquistare, ma è stato difficile perché lì l’asticella è sempre più alta.

Lazio, il pensiero di Caicedo nell'intervista riguardo il ballottaggio con Immobile

"Ero la riserva di uno dei calciatori più forti d’Italia, ma con il duro lavoro e l’aiuto di staff e compagni ho conquistato tutti. Non riesco a spiegare cosa sia Ciro, lui non si spiega, basta guardarlo. Mi stupisce la sua forza mentale, aiuta i compagni, è un leader dentro e fuori, un fenomeno".

Lazio, il ricordo di Caicedo nell'intervista riguardo il gol nel derby e il rapporto con i tifosi

"Il gol al derby non lo dimenticherò mai, è stata la notte più bella. La stagione 2018/2019 è stata la più importante per me. Non sono molto social, ma quando ci sono parlo con i tifosi. Mi trovo tantissime dimostrazioni di affetto, mi viene da piangere a leggere quei messaggi. Il rapporto con i tifosi laziali è sempre stato unico, diverso. Il popolo biancoceleste è al primo posto nel mio cuore e sarà sempre così. Non avrei mai immaginato di rimanere così tanto tempo alla Lazio. Non è facile lottare contro squadre con capitali altissimi, ma c’è da fare i complimenti alla gestione perchè riesce sempre ad arrivare in alto. Avrei voluto stare alla Lazio altri 4 anni, ma purtroppo le cose non sono andate come volevo".

Lazio, il ricordo di Caicedo nell'intervista riguardo la storica stagione 2019/20

"Maledetto Covid, eravamo una squadra forte, solida, in gamba. Tutto andava perfettamente. L’anno 2019/2020 era per noi importante perchè tutti credevamo nello scudetto, noi e i tifosi. Io ero quello che lo urlava. Il gol più importante che ho mai fatto con la Lazio? Quello contro il Cagliari perché ci ha dato quella stoccata per arrivare in vetta. Ero in estasi. Importante è stato anche quello contro la Juve con assist di Correa. Seguo ancora la Lazio quando posso e tifo per lei. Si vede che ha già un'identità, gioca bene e credo che arriverà tra le prime quattro. Questo sarà l'anno della conferma".

, ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram