Tempo di lettura: 3 minuti

LA POLISPORTIVA – Una reazione da grande squadra. Una reazione da uomini. Nel posticipo della quarta giornata della Serie A2 la S.S. Lazio Calcio a 8 pareggia per 3-3 contro la Taverna dei Quaranta dopo essere andata tre volte in svantaggio. L’atteggiamento dei laziali, usciti sconfitti dalle ultime due giornate di campionato, è però cambiato, e lo dimostra la grinta di bomber Asta, che, entrato a una decina di minuti dalla fine dell’incontro, non ha solo fissato il risultato sul definitivo 3-3 (portando la palla immediatamente a centrocampo a caccia dei tre punti), ma ha anche sfiorato il gol del sorpasso finale.
A fine partita i ragazzi sono andati tutti a cena fuori per creare entusiasmo e per far gruppo, sì soddisfatti della prestazione con la Taverna dei Quaranta, ma consapevoli che, visto l’inizio stentato, in campionato non sono più ammessi passi falsi.

La Gara – Dopo un inizio in cui le due squadre si studiano con attenzione, è la Lazio a creare la prima palla gol: al 5′ Quagliariello, su calcio di punizione, mette in seria difficoltà il portiere avversario Violini, che con la punta delle dita riesce a mandare il pallone sulla traversa. Sul rimbalzo la palla cade, seppur solo di pochi centimetri, al di qua della linea di porta, giusto non dare il gol. Solo al 7′ la Taverna dei Quaranta riesce a creare il primo pericolo, con un tiro di Leo che però non inquadra la porta. Al 10′ è ancora l’elegantissimo Quagliariello ad andare al tiro dopo una serie di dribbling, ma Violini si salva in angolo. All’11 è però la Taverna dei Quaranta a portarsi in vantaggio con gol di capitan Viciani. La Lazio inizialmente accusa il colpo, e solo al 17′ riesce riaffaccirsi in area di rigore con una bella azione di Crielesi, sul cui cross tagliato però nessuno riesce a impattare col pallone. Sempre Crielesi cerca il gol con una conclusione da fuori al 19′, ma Violini è attento. Proprio nel momento migliore dei laziali però è la Taverna a creare la palla gol più grande: Dei Rossi colpisce in pieno la traversa da ottima posizione. La Lazio reagisce e al 24′ Pomicino cerca il gol con un tiro da fuori, Violini respinge lateralmente il primo ad arrivare sul pallone è Quagliariello che subisce un chiaro fallo, non ravvisato però dall’arbitro che non assegna quindi un rigore solare, il pallone a Ceneroni che in girata fa 1-1. Trovato il pareggio la Lazio ha un calo nervoso e prende gol appena 30 secondi dopo: Leo sfrutta un’incertezza difensiva e fissa subito il risultato sul 2-1.

Nella ripresa i biancocelesti tornano in campo con la giusta concentrazione: già al 1′ è Ceneroni a cercare il gol da fuori. Al 4′ lo stesso numero 10 trova la zampata vincente su angolo. E’ 2-2. Ancora una volta però, trovato il pareggio, la Lazio perde la concentrazione, e già al 6′ Viciani fa il 3-2 finalizzando un contropiede della Taverna dei Quaranta. I biancocelesti accusano il colpo, al punto che servono un paio di ottimi interventi di Zottola (specie uno su calcio di punizione), per restare in partita. Al 10′ si rivede la Lazio con Crialesi (tiro parato), ma la svolta c’è al 15′, con l’ingresso in campo di Asta.

Al primo pallone toccato, servito da Ceneroni, il numero 9 laziale costringe Violini ad un miracolo. Al 21′ ci provaFalasca con un tiro da fuori, sul quale Violini si fa trovare ancora attento, e al 24′ il gol del definitivo 3-3 di Asta. Il bomber cerca di dare la scossa portando il pallone a centrocampo, e i suoi compagni recepiscono il messaggio: dopo una bella azione Quagliariello-Ceneroni-Asta, Bortioli riesce ad evitare il gol laziale respingendo col ginocchio una palla destinata a finire in porta. Sul calcio d’angolo l’occasione del 4-3 capita sulla testa di Falasca che però non riesce a inquadrare la porta. Finisce 3-3. Ma la Lazio ha imboccato la strada giusta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.