CALCIOMERCATO

Lazio Calcio a 8, ufficiale l’acquisto di Ledesma: “Questo sport mi diverte”. E sulla corsa Champions…

- Advertisement -
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO CALCIO 8 – Torna a vestire i colori biancocelesti Cristian Ledesma. Il centrocampista argentino ha scelto la Lazio Calcio a 8 come nuova squadra. Dopo i 9 anni con l’aquila sul petto e un finale di carriera da globetrotter, il regista ha scelto di nuovo Roma come casa. Nel pomeriggio si è svolta la presentazione di Ledesma al Circolo Canottieri Lazio. Durante l’evento il nativo di Buenos Aires ha rilasciato alcune dichiarazioni sia sulla nuova avventura, sia sul futuro della squadra di Simone Inzaghi.

Le parole di Ledesma durante la presentazione

“Non ero più abituato a certe cose (ride, ndr). Mi ricordo di quando da ragazzo andavo dalla Patagonia a Buenos Aires. Sono tornato a casa, conosco tutti. La storia della lettera la volevo raccontare io, la volevo portare ma è una cosa così intima che ho preferito tenerla per me. La ricordo benissimo. Pensando a questi 10 mesi, mi rivedevo in quel ragazzino che andava a Buenos Aires e poi è tornato a casa. Sono rientrato nella famiglia laziale. Per me i laziali sono stati il libro della storia di questa società. Sono tante le persone che per me fanno parte di questo club. Il calcio a 8 è sempre calcio, non entro nel merito tecnico o tattico. Sono contento. Non dimentichiamo che vengo per divertirmi con serietà. Non entro nel merito di cosa si possa fare. Ho iniziato il percorso da allenatore, ho quasi finito il secondo corso Uefa A, sto allenando alla Luiss, mi sto formando come mister, mi piace e voglio continuare con questa avventura. Non so dove, ora mi voglio concentrare sul finale di campionato d’Eccellenza. Non toglierò il tempo a quel lavoro, nemmeno alla Lazio Calcio a 8. Sono stato diretto anche con mia moglie per il tempo libero (ride, ndr). Derby con Totti? Non vengo qui a fare sceneggiate, vengo per divertirmi e anche per vincere. Non cambierò ruolo, rimarrò fedele al centrocampo. Lazio? Difficile dire fare un pronostico per la Champions soprattutto data la strana stagione. La speranza è quella di rivederla tra le top d’Europa. Le altre pedalano forte. Scuola calcio, giocatore e allenatore. Anche procuratore no. Non cercherò di chiamare qualche altro ex. Se qualche amico vorrà venire a divertirsi con me ben venga. Mi è stato proposto in passato di intraprendere la strada da dirigente o team manager, ma non mi sono mai visto. Penso la mia strada sia quella da allenatore. Prima qui c’era Marco Anselmi che è un amico e ha coinvolto mio cognato a giocare a calcio a 8. Vedendolo mi sono avvicinato a questo sport. Da parte mia la situazione si è creata perché ho sentito la loro parte umana di voler fare qualcosa di bello e di pulito. Mentalmente mi serve divertirmi. Da quando ho scoperto la fede non sono più un uomo scaramantico. Ieri è stata una giornata importante per i laziali, oggi pure e speriamo anche domenica. Sono stato costretto a seguire un po’ di video, da quasi un anno c’è l’idea di questa nuova avventura. Mi sono sempre tenuto in forma, mi sento bene e mi diverto. Con la scuola calcio sono abituato a stare in movimento. Mi sento bene, non uno da buttare via. Finché ci sono i numeri la Lazio può sognare la Champions. Consigliare un vice Leiva? Bisogna vedere che obiettivi si hanno, non me la sento di fare un nome. Se ho scelto questo sport è perché mi appassiona soprattutto per gli spazi: il Calcio a 8 lascia margini importanti e per questo molti lo scelgono”.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI