FOCUS | Empoli, la sorpresa del campionato che sogna l'Europa

Pubblicato 
domenica, 02/01/2022
Di
Andrea Castellano
lazionewseu-EmpoliLazio-lazionews-seriea
Tempo di lettura: 3 minuti

LAZIO EMPOLI AVVERSARIA - Ritorna in campo la Serie A. La Lazio il 6 gennaio affronta l'Empoli in casa. I toscani sono una delle sorprese del campionato e rispetto al primo incontro tra queste due squadre, sono molto migliorati. La formazione di Andreazzoli ha fermato più volte una big ed è molto complicata da sfidare.

Sarri contro l'Empoli: il passato ritorna

Maurizio Sarri contro il suo passato, ancora una volta. Dopo aver affrontato il Napoli e la Juventus, il tecnico toscano deve sfidare anche il suo Empoli, la squadra che lo ha lanciato nel grande calcio. Nel 2012 viene chiamato sulla panchina degli azzurri un ex bancario, proprio Sarri, un allenatore che arrivava da un esonero dal Sorrento. Sorprendendo tutti, in due stagioni guadagna subito la promozione in Serie A, dando vita al suo stile di gioco: il "sarrismo". Oltre a ciò, attua un vero e proprio processo di costruzione dei giocatori, portando nel massimo campionato ragazzi come Hysaj, Saponara, Valdifiori, Laxalt, Verdi, Rugani, Mario Rui, Tonelli e Zielinski. Tutti calciatori che militano ancora in Serie A ad alto livello e che sono cresciuti a vista d'occhio dopo essere stati forgiati da Sarri. Nell'ultimo anno della sua gestione, l'allenatore attuale della Lazio arriva al quindicesimo posto, salvandosi con 4 giornate d'anticipo. In più il suo Empoli viene anche considerato la sorpresa del campionato. Tutto è partito da lì, ora "Mau" è maturato, è cresciuto ed è pronto a sfidare di nuovo il suo passato

2021, lo stile di gioco dell'Empoli avversario della Lazio

La squadra di Andreazzoli si presenta in campo con un 4-3-1-2. Molta tecnica e molta esperienza nella formazione toscana. Tra i pali, Vicario quest'anno sta facendo molto bene e rappresenta una sicurezza. Nell'assetto a 4 ci sono il giovane Parisi con Stojanovic sulle fasce, insieme alla sicurezza di Simone Romagnoli e Luperto al centro. In cabina di regia c'é la giovane qualità di Samuele Ricci, affiancato da Henderson e Zurkowski. Il primo in particolare, essendo scozzese, porta molta cattiveria e grinta all'11 azzurro. Dietro le due punte si sta ritagliando sempre più spazio Bajrami. Il 10 albanese è partito un po' a rilento, ma piano piano si sta riprendendo sempre di più il suo posto. I due attaccanti sono due giovani italiani: Pinamonti e Cutrone. Il primo sta facendo un grandissimo lavoro, sia nel recuperare palloni, sia in quanto a goal. Nel complesso sono una squadra molto giovane, ma anche molto pericolosa che non molla mai. Non si arrenderanno facilmente.

Empoli, corsi e ricorsi storici

Nella storia la sfida tra Empoli e Lazio non è proprio un classico del calcio italiano. Infatti queste due squadre si sono affrontate solamente 22 volte. Negli ultimi 5 incontri i biancocelesti hanno sempre vinto, con l'ultima partita datata 7 febbraio 2019 che è terminata 1-0 con il goal di Felipe Caicedo. Le statistiche totali parlano di 13 vittorie laziali, 4 azzurre e 5 pareggi, con 41 reti segnate a 19 in favore dei capitolini. Nella stagione 2014/15 abbiamo il risultato con maggiore scarto della Lazio: un 4-0 totale grazie ai goal di Mauri, Candreva, Klose e Felipe Anderson. Le due formazioni si sono incontrate anche in Serie B per un doppio match: ne è uscito vincitore l'Empoli, grazie ad un 2-0 all'andata e uno 0-0 al ritorno.

Avversaria Lazio 2021, le statistiche particolari sull'Empoli

Come già detto, l'Empoli è una squadra molto ostica e pericolosa. Infatti da situazioni di svantaggio i toscani hanno guadagnato 14 punti, occupando il quarto posto di questa speciale classifica. In più risultano essere una squadra fortemente attaccata al nostro tricolore, infatti di 24 giocatori impiegati, il 65% sono italiani e il conseguente 35% sono stranieri. Da questa statistica emerge come siano la formazione più italiana della Serie A. Insieme allo Spezia sono anche l'11 più giovane del campionato: il 27/10/2021 contro l'Inter avevano in campo un'età media di 23,8. Oltre a questo anche un'età media per partita di 24,5.

Andrea Castellano

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram