Europa League | Lazio-Feyenoord 4-2: i biancocelesti dominano e vincono al debutto

Pubblicato 
giovedì, 08/09/2022
Di
Martino Cardani
Tempo di lettura: 4 minuti

LAZIO FEYENOORD EUROPA LEAGUE- Prima giornata dell'Europa League 2022/23. All'Olimpico arriva il Feyenoord, in una partita che entrambe le formazioni vogliono vincere per iniziare al meglio la campagna europea della nuova stagione. Vi proponiamo la sintesi e il tabellino del match.

LEGGI ANCHE----> Tare: "Europa League competizione importante. Nel girone siamo favoriti"

Lazio-Feyenoord 4-2, la sintesi della 1^ dell'Europa League 2022/23

Primo Tempo

VANTAGGIO LAZIO!! LUIS ALBERTO!!

Alla prima occasione passa la Lazio! Pallone recuperato a centrocampo e manovrato da Immobile e Vecino. Il centrocampista manda in porta Luis Alberto con un filtrante. Lo spagnolo è freddo e non sbaglia. Al minuto 4 Lazio 1-0 Feyenoord!

RADDOPPIA LA LAZIO!! FELIPE ANDERSON!!

La partita, dopo il gol di Luis Alberto, rallenta il ritmo. Il Feyenoord prova a reagire, con un possesso abbastanza sterile. La Lazio difende ordinata e non rinuncia né a fare sentire il fisico, né a ripartire velocemente.
Al minuto 15 arriva il 2-0, proprio su perfetto contropiede. Palla recuperata dai biancocelesti al limite della propria area, servita velocemente a Immobile che, partendo dalla sua metà campo, imbastisce il contropiede. Passaggio in profondità verso la fascia destra, illuminante. Felipe Anderson arriva velocissimo al limite dell'area, punta il marcatore diretto, rientra e calcia sul primo palo. Bijlow interviene in modo non certo impeccabile e la sfera finisce in rete. Lazio 2-0 Feyenoord.

Occasioni Lazio, TERZO GOL BIANCOCELESTE!

Dopo un paio di azioni insidiose dei biancocelesti, arriva il 3-0. Il Feyenoord, impresentabile e senza idee, è completamente surclassato dalla Lazio, che è entrata in campo con lo spirito giusto.

Al minuto 27' arriva il terzo gol della Lazio. Sulla sinistra Marusic sfonda e serve Zaccagni che, puntando l'avversario, riesce a guadagnare la linea di fondo e a servire una palla tesa verso il centro. Il portiere smanaccia e impedisce a Immobile di arrivare sulla sfera ma, suo malgrado, serve l'accorrente Vecino, che appoggia la palla in rete. Lazio 3-0 Feyenoord.

Solo Lazio

All'Olimpico gioca una sola squadra. Il Feyenoord è incappato in una serata disastrosa, tanto che il match non somiglia a una partita di una competizione europea. La Lazio gioca, diverte e si diverte e si avvicina alla centesima vittoria nella sua storia nelle coppe europee.

Dopo il 3-0 sono numerose le occasioni per il poker. I più pericolosi l'ottimo Zaccagni, Marusic e Immobile, tutti a un passo dalla gioia personale.

Secondo Tempo

Gli ospiti, evidentemente redarguiti dal proprio allenatore durante l'intervallo, provano a iniziare il secondo tempo con un altro piglio. Nei primi 5 minuti della ripresa provano due volte a spaventare Provedel e, sebbene non si possano registrare vere occasioni da rete, il messaggio alla Lazio è chiaro: "vogliamo esserci anche noi."

Occasione Feyenoord

Errore di Luis Alberto, che sbaglia un passaggio orizzontale in uscita e regala palla a Walemark. Il giocatore del Feyenoord si libera sui 22 metri e calcia benissimo a giro sul secondo palo. Palla fuori, ma a meno di una spanna dall'incrocio. Sarri non soddisfatto in panchina.

Immobile vicino al 4-0

I biancocelesti hanno abbassato il ritmo ma, quando spingono, continuano a fare male. Al minuto 57 l'occasione ghiottissima capita a Ciro Immobile, che si smarca benissimo in area e riceve la sfera a sinistra rispetto alla porta avversaria. Il diagonale a botta sicura finisce fuori di pochissimo, occasione sprecata.

4-0 LAZIO!! ANCORA VECINO!!

Per il poker bisogna solo aspettare qualche minuto. 62° minuto: Luis Alberto prova un'imbucata centrale per Ciro Immobile, che non aggancia. Il pallone supera la pessima difesa olandese e viene raccolto da Vecino, autore di un grandissimo inserimento. Davanti al portiere l'ex Inter è freddo e sigla la doppietta. 4-0 Lazio.

Rigore Feyenoord: 4-1

Il nuovo entrato Gimenez batte a rete, respinto. L'attaccante riprende il pallone, ma Vecino lo tocca e lo abbatte in area. Calcio di rigore. Dopo una discussione tra i giocatori su chi sarà il tiratore, la palla è tra i piedi proprio di Gimenez. Il messicano calcia forte, sotto la traversa. Lazio 4-1 Feyenoord al 68°.

Doppietta Gimenez, 4-2 Lazio

La partita vive di folate, con il ritmo calato e la Lazio che si accontenta e tira i remi in barca. Il Feyenoord, inoltre, è molto migliorato con i cambi e ci prova. All'87° minuto Idrissi rientra dalla fascia sinistra e, dal limite dell'area, calcia a giro in maniera meravigliosa. La palla colpisce la traversa, rimbalza sulla linea e sul palo ed esce, ma si avventa Gimenez che, con Provedel a terra, deve solo spingerla in porta per il 4-2 e la doppietta.

Rigore Feyenoord revocato dal VAR

Il Feyenoord si riaccende e, pochi istanti dopo il secondo gol di Gimenez, è ancora il messicano a involarsi in area, servito con un passaggio filtrante. Gila lo insegue e interviene in scivolata. L'arbitro fischia il rigore, ma richiamato a rivedere l'azione dalla V.A.R., torna sui suoi passi. Gila ha preso la palla, rigore revocato.

Qualche rischio di troppo nel finale per la Lazio che, dopo aver dominato 88 minuti, regala qualche azione di troppo al Feyenoord che, con il rigore poi revocato, sarebbe potuto rientrare clamorosamente in partita. Finisce 4-2 per la Lazio, che vince al debutto nell'Europa League 2022/23.

Lazio-Feyenoord 4-2, il tabellino

LAZIO (4-3-3): Provedel; Hysaj, Gila, Romagnoli (73' Patric), Marusic (75' Radu); Vecino (69' Milinkovic), Cataldi, Luis Alberto (69' Basic); Felipe Anderson, Immobile (69' Cancellieri), Zaccagni.
A disposizione:
 Maximiano, Magro, Casale, Patric, Lazzari, Radu, Basic, Bertini, Marcos Antonio, Milinkovic-Savic, Cancellieri, Romero.
Allenatore:
 Sarri.

FEYENOORD (4-3-3): Bijlow; Pedersen, Trauner, Hancko, Hartman; Timber (86' Paixão), Kokcu, Szymanski (46' Jahanbakhsh); Walemark (69' Idrissi), Pereira (64' Gimenez), Dilrosun (64' Wieffer). 
A disposizione: Bjørkan, Rasmussen, Jahanbakhsh, Paixão, Lopez, Wieffer, Marciano, Wellenreuther, Benita, Taabouni, Idrissi, Gimenez. 
Allenatore: Slot.

NOTE:

Arbitro: sig. De Burgos
Marcatori: Luis Alberto (L., 4'); Felipe Anderson (L., 15'); Vecino (L., 27'; 63'); Gimenez (F., rig., 69', 87')
Ammonizioni: Felipe Anderson (L., 8'); Idrissi (F., 78')
Espulsioni:
Recuperi: Primo Tempo 2'; Secondo Tempo 3'.

Martino Cardani

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram