Sarri: "Potevamo chiuderla prima. Sono contento di Cancellieri..."

Pubblicato 
giovedì, 27/10/2022
Di
Andrea Castellano
lazio-midtjylland-sarri-intervista
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO MIDTJYLLAND SARRI INTERVISTA - Al termine del match Lazio - Midtjylland, il tecnico Maurizio Sarri è intervenuto ai microfoni ufficiali biancocelesti e a SkySport.

LEGGI ANCHE ---> Lazio - Midtjylland: tabellino e sintesi

Lazio - Midtjylland, le parole di Sarri nell'intervista

"È un girone che si decide all'ultima partita. Abbiamo un un piccolo vantaggio ma intanto pensiamo alla partita di campionato che è molto importante".

Sulla partita

"Noi abbiamo preso un gol per un nostro errore con un po' di concorso di colpa, palleggiare palla rasoterra per noi è dura. il contraccolpo è durato poco e poi la partita e stata nostra. La partita poteva essere chiusa prima e con più gol".

Sul calendario

"Queste 7 partite in 21 giorni sono pericolose per tutti da tutti i punti di vista. Qualche ragionamento bisogna farlo, vorrei sparare partita per partita senza essere condizionato, però la situazione è questa".

Su Cancellieri, Marcos Antonio e Luka Romero

"Cancellieri ha fatto una buona partita, meglio da esterno visto il suo percorso passato. I due mesi fatti da attaccante centrale non possono aver compensato questo. Marcos anche ha giocato bene, ha avuta personalità e grande proprietà di palleggio. Sono contento di entrambi. Luka è entrato assatanato, anche lui deve migliorare in tante cose ma deve essere compreso. È sempre arrapato, è bello allenarlo".

Le parole di Sarri a SkySport

"La partita ce la siamo complicata con il primo gol, siamo andati sotto dopo pochi minuti su un errore nostro. La relazione tra palle gol e reti segnate è bassa, quindi era una partita che si poteva risolvere e chiudere molto prima, ma la produzione offensiva è stata buona. E' normale che il tridente solito mi trasmette più garanzie. Cancellieri è giovane, stasera ha fatto bene, meglio da esterno che da centravanti, ma è normale visto che ha sempre giocato lì in carriera. Anche Marcos Antonio mi è piaciuto, è stato coinvolto con l'errore del primo gol, ma lì cè un concorso di colpe anche con il terreno, non è facile per noi uscire da dietro. Ha gestito, però, con pulizia moltissimi palloni, ha dimostrato grande proprietà di palleggio. Sono abbastanza soddisfatto della prestazione della squadra, a livello di occasioni la partita era da 4-1. Vecino è un giocatore totale, a me piacciono gli specialisti, ma lui ha tutto: aggressività, dinamismo, ha ottimi inserimenti, se deve mettersi in fase difensiva lo fa bene. Io ero contento già quando c'era la possibilità che venissime. Io se riesco a divertirmi in allenamento, loro lo trasferiscono in partita. loro sono diponibili, quindi dà gusto allenarla. Abbiamo anche buone qualità tecniche, quindi quando riusciamo a esprimerle siamo belli da vedere. Sergio miglior d'Italia? A lui non va detto, lo si può pensare, ma io gli faccio pochi complimenti: lui può fare molto di più, ha già grandi qualità, ma puo fare ancora meglio".

, ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram