Sarri in conferenza: "Era una gara rischiosa. Romero cresce bene"

Pubblicato 
venerdì, 11/11/2022
Di
Christian Gugliotta
lazionews-lazio-monza-sarri-conferenza-stampa
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO MONZA SARRI CONFERENZA STAMPA - La Lazio vince l'ultima partita in casa del 2022, battendo per 1-0 il Monza grazie ad un gol del classe 2004 Luka Romero. Al termine della sfida il tecnico biancoceleste Maurizio Sarri ha risposto a varie domande in conferenza stampa.

LEGGI ANCHE---> Lazio - Monza 1-0: la decide il primo gol in A di Luka Romero. Biancocelesti secondi!

Lazio - Monza 1-0, le parole di Sarri in conferenza stampa

"Sono entrati tutti dandoci una bella energia mentale. Questa era una gara a rischio, la sesta in diciotto giorni, messa tra la Roma e la Juventus. Il rischio era quello di arrivare scarichi e infatti nella prima mezz'ora lo abbiamo pagato. Meglio nel secondo tempo anche grazie ai ragazzi che sono entrati dalla panchina. Non voglio parlare molto di Luka Romero, sta facendo un bel percorso di crescita e più lo fa lontano dai riflettori meglio è per lui. Il giocatore deve crescere è naturale, non è ancora maggiorenne. Da quando è arrivato qui ha acquisito sei chili senza variare le masse grasse, ha fatto un lavoro enorme. La soddisfazione credo che per il ragazzo sia forte, il suo percorso però è appena iniziato. Se poi vuole far gol in tutte le partite allora possiamo accendere i riflettori".

Sulla partita

"Il Monza ha giocato con grande intensità difensiva ma ha anche dei tiratori non indifferenti. Quella di oggi è una gara che so blocchi molto velocemente o diventa difficile. Le squadre che hanno fatto le coppe qualche sofferenza l'hanno avuta tutti tranne forse l'Inter che ha avuto una reazione dopo aver perso contro la Juventus. Il calendario fè olle, sta macinando i giocatori ma a quanto pare questo non interessa a nessuno. A me non piace, sono contentissimo di essere vecchio perchè se il calcio è questo...".

Pausa Mondiale

"Questa sosta è un insulto al calcio. Se qualcuno mi spiega il movimento qatariota cosa può dare al calcio... Vai a taroccare tutti i campionati per fare un Mondiale. Per me è un insulto, con il calendario fatto fin'ora la sosta fa comodo a tutti. Le squadre stanno iniziando a lasciare un giocatore a partita".

Gli infortuni in casa Lazio

"Luis Alberto era a disposizione, Zaccagni verrà valutato domani mattina e per Lazzari bisognerà attendere".

Il rientro di Ciro Immobile

"Poteva giocare di più, circa venti minuti è entrato dopo perchè avevo solo uno slot. L'idea era di metterlo in campo per fargli passare le paure. Non è al massimo, ha fatto un allenamento ieri".

Su Luis Alberto

"Risorsa o peso? E' una risorsa con qualità enormi e carenze sotto altri punti di vista. Se la gara si mette in un certo modo è una risorsa".

La classifica

"Io non faccio il pompiere, essere secondi in classifica con cinque squadre in quattro punti non significa nulla. Tra qualche anno farò il tifoso ma ora faccio l'allenatore. Alla squadra non posso passare messaggi folli".

Il ricordo di Gabriele Sandri

"È un qualcosa che ti tocca a priori. Vedere il filmato di un posto che raggiungi in dieci minuti, (il luogo della tragedia, ndr) ti fa impressione. Ogni giorno quando passo in quel tratto di autostrada mi giro e guardo il punto dove è successo. Una morte assurda".

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram