SERIE A | Lazio-Napoli 1-2. Prima sconfitta per la Lazio, ma che spettacolo l'Olimpico...

Pubblicato 
sabato, 03/09/2022
Di
Martino Cardani
Tempo di lettura: 3 minuti

LAZIO NAPOLI SERIE A 2022- In un Olimpico stracolmo e vestito a festa va in scena la 5^ giornata di Serie A 2022/23. Di fronte la Lazio di Sarri e il Napoli di Spalletti, entrambi sorprendenti nell'avvio di stagione. Ecco la sintesi e il tabellino del match.

LEGGI ANCHE----> Sarri: "Napoli? Dobbiamo stare attenti in difesa"

Lazio-Napoli, 1-2 la sintesi della 5^ giornata di Serie A 2022/23

Primo Tempo

LAZIO IN VANTAGGIO!

La partita, in uno stadio che ribolle per l'entusiasmo dei tifosi biancocelesti e offre uno spettacolo splendido, inizia con una fase di studio, fatta di ritmi bassi e passaggi orizzontali.
E poi, quasi dal nulla, il lampo! Zaccagni controlla palla al limite dell'area e fulmina Meret con una conclusione imparabile, che il centrocampista offensivo di Sarri è abile a tenere bassa. Siamo al minuto 3 e la Lazio è avanti!

Palo Kvaratskelia, gol Kim: Lazio-Napoli 1-1

Il Napoli prova a fare la partita e a colpire con un brillante Kvaratskelia e Zielinski che, però, sono imprecisi nei tentativi a rete, neutralizzati dal sempre attento Provedel.
La Lazio difende con relativo ordine fino al minuto 35, quando una conclusione, ancora del georgiano, da 25 metri, si stampa sul palo alla destra di un incolpevole Provedel. I biancocelesti si salvano e la palla viene allontanata in corner.

Dallo sviluppo del tiro della bandierina arriva il pareggio napoletano: Kim svetta su tutti, Provedel smanaccia miracolosamente. L'arbitro Sozza fa proseguire, ma viene richiamato dalla Gol Line Technology: la palla ha superato la linea, è 1-1 al minuto 38.

Cresce in Napoli nel finale

Galvanizzato dal pareggio, il Napoli prova a mantenersi in attacco. Il gioco, tuttavia, viene fermato da un bruttissimo scontro tra Lozano e Marusic. Impatto violentissimo: Marusic rientra con un vistoso turbante, Lozano deve lasciare il campo. Finisce così un primo tempo vibrante e divertente.

Secondo Tempo

I primi minuti del secondo tempo si aprono ancora con un Napoli all'attacco, spinto da un ispiratissimo Kvaratskelia, vero trascinatore di un inizio ripresa pirotecnico: prima Provedel salva in uscita sul georgiano, poi compie una gran parata su Zielinski di testa, servito ancora da Kvaratskelia. Lazio in affanno.

Palo Osimhen, occasione Kvara

La Lazio sembra in difficoltà, anche mentale. Il Napoli spinge e si fa apprezzare. Osimhen, servito a centro area, ancora dal 77, colpisce di testa in modo piuttosto debole ma beffardo. Solo il palo salva un Provedel che non ci sarebbe mai arrivato. Siamo al minuto 49.

Un giro di orologio e i partenopei si presentano ancora al cospetto di Provedel. Ancora Kvaratskelia che, servito a centro area, si coordina benissimo e calcia al volo. Siluro alto di poco. Solo Napoli.

Siluro di Kvaratskhelia, Napoli in vantaggio

Dopo un'altra parata miracolosa di Provedel su Osimhen, che aveva calciato benissimo in diagonale, la Lazio cade. Troppa la pressione del Napoli. Kvaratskhelia, vero uomo in più del Napoli, viene servito a centro area con un cross basso. Il georgiano calcia al volo di destro, fortissimo. Neppure Provedel in versione supereroe può opporsi. Il Napoli è in vantaggio al 61° minuto.

Ripartenze Lazio

La Lazio, che continua a subire il gioco del Napoli, prova a colpire con ripartenze veloci ed efficaci uno-due. Pedro, Milinkovic, Basic e Immobile riescono a penetrare le maglie della difesa partenopea, ma manca l'ultimo passaggio per poter colpire.

Occasione Basic

Direttamente da angolo, al minuto 84. Basic crossa bene, in modo velenoso. Meret è scavalcato, ci vuole un grande intervento difensivo per allontanare la sfera prima che Immobile ribadisca in rete.

Tentativo Pedro

Minuto 90'+1. La Lazio vive di folate improvvise e in una di queste Pedro, in una delle consuete ripartenze verticali della squadra di Sarri, sfonda centralmente fino ai 20 metri dalla porta avversaria. Il destro a filo d'erba è forte e preciso, ma sfiora il palo alla destra di Meret che, in tuffo, sembrava sulla traiettoria.

Non c'è più tempo. La Lazio, apparsa stanca e in difficoltà nell'approccio, subisce un grande Napoli e subisce la prima sconfitta della Serie A 22/23.

Lazio-Napoli 1-2, il tabellino

LAZIO (4-3-3): Provedel; Lazzari (83' Hysaj), Patric, Romagnoli, Marusic; Milinkovic, Cataldi (75 Basic), Luis Alberto (53' Vecino); Felipe Anderson (83' Cancellieri), Immobile, Zaccagni (53' Perdo).
A disposizione: Maximiano, Adamonis, Casale, Gila, Hysaj, Kamenovic, Radu, Basic, Bertini, Vecino, Marcos Antonio, Cancellieri, Pedro, Romero.
Allenatore: Sarri

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Mario Rui (90'+2 Olivera); Anguissa, Lobotka (90+2 Ndombele), Zielinski (68' Elmas); Lozano (45'+3 Politano), Osimhen, Kvaratskhelia (68' Raspadori).
A disposizione: Marfella, Sirigu, jesus, Olivera, Ostigard, Zanoli, Elmas, Gaetano, Ndombele, Zerbin Politano, Raspadori, Simeone.
Allenatore: Spalletti

NOTE:

Arbitro: sig. Sozza
Marcatori: Zaccagni (L., 3'); Kim (N., 38'); Kvaratskhelia (N., 61')
Ammonizioni: Milinkovic (L., 67'); Cataldi (L., 69'); Felipe Anderson (L., 69'); Spalletti (N., allenatore, 81'); Sarri (L., allenatore, 89'); Marusic (L., 90'+4).
Espulsioni:
Recuperi: Primo Tempo 2'; Secondo Tempo 4'.

Martino Cardani

, ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram