LAZIONEWS-LAZIO-PARMA
Getty Images
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO PARMA PAGELLE – La Lazio torna finalmente a vincere. Dopo i due ko contro Spal e Cluj, Immobile e Marusic regalano il successo alla squadra di Inzaghi, che vince 2-0 sul Parma. Questi i voti dati alle prestazioni dei biancocelesti, a firma del direttore di Lazionews.eu Paolo Cericola.

Lazio-Parma, le pagelle

Strakosha 6,5 si prende un eccesso di confidenza che gela l’Olimpico ma poi è bravissimo a dire di no ad Inglese. Per il resto zero insidie.
Luiz Felipe 7 rientra dopo l’infortunio del derby. Sulla sua c’è Gervinho pericolo numero uno degli scaligeri che annulla con intelligenza e tempismo. Perfetto.
Acerbi 6,5 Inglese è scomodo come cliente. Gli consente qualche giocata ed una palla goal.
Radu 6 la gioventù di Kulusevski lo mette in difficoltà in più occasioni. Se la cava con mestiere.
Marusic 7 odora di naftalina il suo rilancio. Prende i fischi nel riscaldamento ma riesce a tramutarli in applausi durante la gara. Chiude la gara con il raddoppio meritato.
Milinkovic 7 fa tanta sostanza. Lanci lunghi millimetrici e tanta qualità, come quello sul raddoppio.
Leiva 6,5 come sempre è geometrico nel suo modo di chiudere davanti alla difesa. Prende un giallo eccessivo.
Luis Alberto 7 torna a giocare come due anni fa, in verticale. Confeziona la deliziosa palla del vantaggia per Immobile, smista una infinita’ di palloni invitanti, prende anche il palo su angolo.
Lulic 6 meglio la fase difensiva, si vede pochissimo in avanti.
Immobile 7,5 fa 4 in campionato dopo appena 8 minuti. Dopo 10 mesi, era il 4 novembre, ritrova all’Olimpico il goal su azione verticale ed improvvisa. Prende malissimo il cambio.
Correa 7 imprendibile ovunque. Il Parma non riesce a contenerlo. Peccato abbia un paio di occasioni che non concretizza.
Inzaghi 7 scaccia i fantasmi. Corregge in maniera intelligente il pressing asfissiante arrestandolo di 20 metri permettendo alla squadra di gestire le forze in maniera ottimale. Manca ancora quel cinismo sotto porta. La sostituzione di Immobile????

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
Nella notte dei tempi, era il 1994, decisi che il giornalismo doveva essere la mia strada; così è stato. Ho iniziato con il nuoto poi il calcio dei grandi. Ho consegnato giornali nei bar, nei circoli, per strada, annusando il profumo delle rotative ed il fascino della stampa su carta. Mondiali, europei, Nazionale, il miglior momento del calcio Nazionale con le ‘7 sorelle’....non mi sono fatto mancare nulla. Ho lavorato per il Corriere dello Sport, il Tempo, il Giornale, l’agenzia di Stampa Dire, Radio Incontro e dal 1997 sono inviato di Radio Radio. L’unico hobby che ho coltivato ed al quale non rinuncio: 3 figli meravigliosi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.