Parolo: "Questa è la Lazio di Sarri. Immobile è sereno, menomale che c'è lui..."

Pubblicato 
giovedì, 22/09/2022
Di
Andrea Castellano
lazionews-lazio-news-marco-parolo-lazio-intervista
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO PAROLO INTERVISTA - Ai microfoni di Radiosei è intervenuto Marco Parolo, ex giocatore della Lazio. Tra i temi toccati c'è quello della Nazionale e la situazione di Ciro Immobile.

LEGGI ANCHE ---> Lazio, svelata l'entità dell'infortunio di Lazzari: il comunicato

Lazio, le dichiarazioni di Parolo nell'intervista

"Secondo me questo è il Sarri della Lazio. Basta paragoni con il Napoli. Con l’arrivo di Vecino ha avuto un giocatore di grande equilibrio che ti permette di avere una risorsa in panchina come Luis Alberto. Devono crescere i giovani Cancellieri e Marcos Antonio. Provedel e Romagnoli sono giocatori intelligenti e di esperienza e sono finiti in un reparto già migliorato dal primo anno di Sarri. Penso a Marusic e Lazzari, oltre a Patric, che hanno fatto grandi passi avanti. Cataldi stesso è cresciuto molto nelle letture difensive".

Su Immobile

"Ha raggiunto una maturità tale che può fregarsene di quello che lo circonda. L’ho notato nell’intervista che abbiamo realizzato con lui. Ciro ha i numeri dalla sua parte, la gente può parlare, ma alla fine contano solo i numeri. Lo vedo molto sereno. Immobile problema della Nazionale anche no, meno male che c’è lui, in Nazionale".

Sul suo ritiro

«Ho smesso al momento giusto, levandomi la soddisfazione di giocare e segnare in Champions. Ho finito contento di aver chiuso alla Lazio, di un percorso fatto raggiungendo l’apice del mio livello calcistico. Una volta smesso, l’affetto del popolo laziale è stato fondamentale per farmi capire che quella fosse la scelta giusta. Ho tanta serenità al riguardo. Volevo apparire nelle foto con le Coppe in mano, il mio obiettivo era vincere, fin da quando ho messo piede a Formello e ho visto la bacheca. Cercavo sempre di mettermi vicino al capitano per entrare nella foto dopo le finali vinte (ride, ndr). Finisci nella gigantografia a Formello, e sei nella storia. Un ritorno? Impossibile, non sarei professionale perché ho un legame troppo forte con i miei ex compagni».

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram