Lazio, presentazione ritiro Auronzo 2022: le parole dei protagonisti

Pubblicato 
venerdì, 20/05/2022
Di
Emanuele Castellucci
lazionews-lazio-news-formello-conferenza-presentazione-ritiro-estivo-auronzo-di-cadore-lotito-claudio
Tempo di lettura: 5 minuti

LAZIO PRESENTAZIONE RITIRO AURONZO 2022 - Per il 15esimo anno consecutivo la Lazio svolgerà la preparazione estiva ad Auronzo di Cadore. Oggi, venerdì 20 maggio, è andata in scena la conferenza stampa di presentazione del ritiro al centro sportivo di Formello. Tra i presenti anche il presidente biancoceleste Claudio Lotito. Di seguito le parole di tutti i protagonisti.

Ritiro Auronzo 2022, conferenza stampa di presentazione: le parole dei protagonisti

Le parole della sindaca di Auronzo di Cadore, Tatiana Pais Becher

"Rivolgo anzitutto un saluto a tutti, ringrazio il Presidente Lotito. Ritorniamo per una conferenza stampa in presenza per un ritiro 2022 che è finalmente un ritorno alla normalità, senza restrizioni. Per noi tutti è un grande onore poter ospitare la Lazio per il 15° anno consecutivo, un traguardo storico. Siamo felici di poterlo festeggiare insieme, ospitare i biancocelesti è stato fortemente voluto dal vice sindaco Zandegiacomo 15 anni fa. In questi anni le nostre strutture sono cresciute in modo esponenziale, inoltre si è creata un'importante empatia tra la Lazio ed i nostri cittadini. Quest'anno verrà anche siglato il ritiro per il 2023, siamo davvero felici di questo".

Le parole del vicesindaco Enrico Zandegiacomo

“Saluto il presidente Lotito, è sempre un onore essere qui a Formello. Quindici anni sono tanti, è un record. Oggi possiamo dire che il prossimo anno ci sarà la sedicesima edizione. Il ritiro della Lazio è l’evento maggiore del nostro territorio, abbiamo duplicato le presenze di cittadini della regione Lazio nella nostra zona rispetto ai primi anni (dai 7 ai 14mila). Abbiamo speso circa 300mila euro per il centro sportivo. Abbiamo sviluppato un nuovo drenaggio e nuove illuminazioni a led. Per l’illuminazione abbiamo avuto qualche piccolo problema a causa delle materie prime in arrivo in ritardo a causa della guerra in Ucraina, ci auguriamo di completare i lavori nei tempi stabiliti. Quest’anno avremo tutto al massimo, avremo una nuova tribuna metallica con l’affluenza massima di 1600 tifosi seduti. Nei primi giorni ci sarà l’evento 8-9-10 luglio dei campionati mondiali canoa junior. La Lazio è entrata in tutte le famiglie di Auronzo, i cittadini da marzo mi chiedono quando arrivi la squadra. A luglio Auronzo è la città con il maggior numero di cittadini. Ringrazio anche i tifosi che ci permettono di avere un bel ritorno dell'investimento che compiamo. Aspetto tutti il 6 luglio. Rispetto ai primi anni abbiamo incrementato il numero delle strutture recettive. Sotto questo profilo, lavora tutto il territorio del Cadore, ci sono strutture che sarebbero chiuse che invece vengono aperte solamente per il ritiro della Lazio. Il Summer camp di Santo Stefano di Cadore è una collaborazione con la Lazio per incrementare il numero di presenze nelle zona. Per ciò che riguarda la presentazione della squadra, devo dire che l’ultima al campo sportivo è andata bene".

Le parole di Marco Canigiani, responsabile marketing della Lazio

“Quando si batte un record storico non è semplice parlare di novità. Sarà la quindicesima edizione del ritiro di Auronzo di Cadore, un record per il calcio italiano. Siamo orgogliosi di questo. Vivremo un classico ritiro con le varie amichevoli, ripartiamo da dove ci siamo lasciati due anni fa prima della pandemia. Ripartiamo al 100% con tutte le attività e le iniziative. Ci sarà anche una sorpresa...".

Le parole di Gianni Lacchè, Amministratore unico della Media Sport Event

"Ringrazio il Presidente Lotito per la possibilità di poter organizzare questo ritiro, oltre al Sindaco e vice Sindaco di Auronzo di Cadore. Abbiamo fatto delle migliorie a livello logistico, in particolare per quanto riguarda l'albergo della Lazio. Riproporremo la notte biancoceleste, mentre il programma delle amichevoli non è ancora ufficiale ma posso confermare le date trapelate in questi giorni. Amichevoli? Per  rispetto delle squadre avversarie, non posso svelare i nomi. Ovviamente ci sarà la partita contro l'Auronzo di Cadore, poi altri test con un club di Eccellenza, di Lega Pro ed il tutto verrà concluso in grande contro una squadra di Serie A o straniera. Inoltre abbiamo anche migliorato le strutture per mettere nelle migliori condizioni di lavoro anche i giornalisti presenti. Il Presidente Claudio Lotito ci ha fatto rinnovare il contratto fino al 2023, siamo molto felici. Le date dovrebbero essere quelle che andranno dal 6 al 22 luglio, a breve verranno ufficializzate".

Le parole di Stefano De Martino, responsabile della comunicazione Lazio

"Formello è una casa incredibile, in Europa non so se ci siano realtà uguali. Qui stanno andando avanti dei lavori pazzeschi, non sarà facile abbandonare il centro sportivo a luglio".

Le parole del presidente della Lazio Claudio Lotito

"Si è creato un legame indissolubile tra la Lazio ed Auronzo. Il clima e l’affetto degli abitanti ci sostiene e ci permette di lavorare in condizioni psicologiche ideali. Auronzo è casa nostra, sto lavorando per creare un casa della Lazio sul posto. Il clima del territorio è buono sia sotto il profilo climatico che ambientale. Dobbiamo essere anche stimolati per proseguire un rapporto, perché la Lazio ha un appeal diverso rispetto a quando sono arrivato. Ho compiuto una scelta emozionale anche se avevo a disposizione altre opzioni.

Mi auguro che possiamo proseguire il rapporto con Auronzo anche tramite l’amministrazione attuale che ha compiuto vari sforzi per permetterci di proseguire il ritiro. Spero, inoltre, che si intraprenda una stagione diversa senza pandemie e guerre, dirette ed indirette. Mi auguro che inizi un periodo in cui tutte le parti lavorano per un unico obiettivo, io lavoro solo per il bene della società. Oggi la società è una delle più credibili anche e soprattutto sul piano delle infrastrutture. Forza Lazio, venite numerosi e seguite la squadra da vicino con entusiasmo.

La stagione finisce sabato, abbiamo qualche rammarico. La squadra era attrezzata per fare bene, ma i cambiamenti portano assestamenti inaspettati con mancato raggiungimento di alcuni obiettivi. In ogni caso, abbiamo raggiunto un posizionamento che non ci fa rimpiangere eccessivamente le aspettative.

Il cambio di guida tattica ha portato un cambio nello stile di gioco e anche degli interpretati, cosa che verrà ulteriormente fatta. Tenendo in piedi l'ossatura principale e i calciatori più rappresentativi per qualità e attaccamento alla maglia.

Stiamo lavorando e lavoreremo per raggiungere alcuni obiettivi prefissati e migliorare questo anno. I risultati dipendono da vari aspetti, tra cui quello ambientale. Una parte della responsabilità la ha chi parla dell’universo Lazio e questo è avvilente. Vale anche per il ritiro. Il fatto che la Lazio abbia raggiunto 15-16 anni di presenze sul territorio, vuol dire che siamo apprezzati. La comunicazione pure dovrebbe farlo, invece passa tutto in secondo ordine. Questo atteggiamento non deve più esistere, non siamo secondi a nessuno sotto ogni profilo.

La società negli anni ha lavorato con grande dedizione e sforzi, sacrificando anche la vita personale e le risorse. Noi parliamo con i fatti che però non vengono riprodotti dalla comunicazione. Questo atteggiamento non è dedito alla costruzione, ma alla demolizione. Ritengo che nei confronti della Lazio non ci sia una valutazione obiettiva. Fin quando la salute mi assisterà sarò io il presidente, poi spero di passare la società a mio figlio. Questo club non ha criticità, quindi se c’è interesse serve una comunicazione obiettiva. Mettiamo in campo molte iniziative per il sociale che nessuno ha trasmesso e comunicato. Noi andiamo ad Auronzo da quindici anni con un’amministrazione che ha sempre collaborato e con la quale non ho mai avuto dissidi. Il Centro Sportivo di Formello è il più grande d’Italia, il più organizzato, ma non viene riconosciuto. Lo stesso discorso vale per il lavoro di molte persone all’interno delle società che non viene valutato. La Lazio in Lega è considerata perché ha una visione strategica, è protagonista. Voglio che prevalga la verità”.

, , , , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram