LA PARTITA DALLA A ALLA Z – Si torna a lottare in campionato. Lazio-Sassuolo è la gara che si disputerà stasera alle ore 19 allo stadio Olimpico di Roma. La gara è dunque fondamentale, in quanto con una vittoria la Lazio scavalcherebbe la squadra di Di Francesco e si porterebbe al settimo posto che significherebbe Europa League. Di Francesco ha la rosa al completo e metterà in campo il trio delle meraviglie Berardi, Sansone e Defrel. In attesa del match, ecco la rubrica di Lazionews.eu “La partita dalla A alla Z”.

A di Assenti. Ai neroverdi mancherà Missiroli, squalificato dopo l’espulsione contro l’Empoli. Gli impegni ravvicinati potrebbero influenzare l’assetto tattico della squadra di Pioli. Bisevac, Radu e Lulic e Matri non hanno lavorato con il gruppo e potrebbero rimanere a riposo.

B di Berardi. Domenico Berardi ha due gol in meno rispetto all’anno scorso a questo punto della stagione (cinque vs sette): a fine anno l’attaccante neroverde arrivò a quota 15 reti. Il numero 25 del Sassuolo, inoltre, ha già segnato 3 gol in 5 partite alla Lazio in Serie A.

C di Cinque gol. La Lazio ha segnato cinque gol nelle ultime cinque partite di campionato, tutti nel match contro il Verona, vinto 5-2. Nelle ultime tre partite casalinghe i biancocelesti hanno realizzato nove reti ottenendo sei punti.

D di Dieci reti. Due partite, dieci reti e ben tre doppiette da segnalare: Radu per la Lazio e Floro Flores per il Sassuolo il 23 febbraio 2014, Berardi sempre per il Sassuolo il 5 ottobre 2014.

E di E’ tornato Miro. Klose è tornato, finalmente si è sbloccato. Il tedesco contro il Galatasaray ha messo a segno la sua prima rete stagionale, una grande iniezione di fiducia e vista la sua esperienza in campo europeo, potrebbe essere l’arma in più dei biancocelesti nella Coppa. Intanto potrebbe partire dal 1′ già con il Sassuolo.

F di Frecce biancoblu. Candreva e F.Anderson devono fare la differenza. Contro il Galatasaray hanno giocato una buona fetta della ripresa insieme, dimostrando a tutti di essere ancora in grado di ‘spaccare’ le partite. Pioli, negli ultimi mesi, li ha alternati, ma con il Sassuolo potrebbe schierarli tutti e due.

G di Gol. Grazie al 3-2 sull’Empoli nell’ultimo turno, il Sassuolo è tornato alla vittoria dopo quattro pareggi e tre sconfitte nelle precedenti sette partite di campionato. Nelle ultime cinque trasferte i neroverdi hanno sempre segnato almeno un gol ottenendo una vittoria, tre pareggi e una sconfitta. 

H di Happy Birthday SergejMilinkovic-Savic è una delle sorprese più belle di questa stagione. Il gigante serbo che ha festeggiato 21 anni da qualche giorno, sta trovando continuità di rendimento ed è destinato a fare grandi cose nel futuro, tanto che la Lazio lo ha blindato per cinque anni.

I di “In salute“. “Sono contento che la Lazio abbia passato il turno in Europa League, ma io devo guardare la mia squadra. Dobbiamo stare concentrati per tutta la durata della gara“. E’ Di Francesco ad indicare le linee guida al Sassuolo, a due giorni dal match contro la Lazio, in programma lunedì all’Olimpico.

L di Le percentuali. Il 73.5% dei gol della Lazio (25 su 34) è arrivato nell’ultimo terzo di gara, mentre solo il 15.6% di quelli neroverdi (5 su 32) è arrivato nello stesso periodo di partita.

M di Marco Parolo. Marco Parolo ha segnato due gol in quattro partite di campionato contro il Sassuolo, ma entrambi a Reggio Emilia: il centrocampista biancoceleste ha sempre vinto contro i romagnoli in Serie A.

N di Non un match qualsiasi. “Siamo noi che dobbiamo dare un senso a questo campionato, dobbiamo rincorrere l’obiettivo di migliorare la nostra posizione in classifica. Sarà una partita importantissima, contro una squadra davanti a noi in classifica che vogliamo superare”, le parole di mister Pioli nella conferenza pre-partita che anticipa le scelte del tecnico e il valore dello stesso della gara.

O di Occhio al Sassuolo. Il Sassuolo sta disputando una stagione fantastica e, nonostante la leggera flessione dell’ultimo periodo, è arrivata nell’ultimo turno la vittoria sull’Empoli per 3-2, che ha riportato i romagnoli al settimo posto con 38 punti.

P di Precedenti. Sono soltanto due i precedenti nella massima serie italiana giocati a Roma tra Lazio e Sassuolo. Entrambi sono terminati con il risultato di 3-2 in favore dei biancocelesti. Il primo, nella stagione 2013/2014 (la prima in assoluto in Serie A per i neroverdi) porta la firma di Radu, Klose e un autogol di Cannavaro, inframezzati dalle reti di Floccari e della bestia nera Floro Flores, nella serata che è passata alla storia per la protesta dei 40.000 tifosi biancocelesti con il “Libera la Lazio”, il 23 febbraio dei 2014. La scorsa stagione, invece, i biancocelesti segnarono con Mauri, Djordjevic e Candreva, anche se nel secondo tempo la doppietta di Berardi diede grande filo da torcere ai capitolini.

Q di Qual è la vera Lazio?. Nessuno sa qual è la vera Lazio. Quella di Pioli è una squadra dai due volti: in Europa gioca un buon calcio, segna, diverte ed è imbattuta, mentre in campionato è lenta, noiosa e spesso prevedibile. Già da domani, contro il Sassuolo, i biancocelesti dovranno dare una risposta.

S di Sempre in gol. In generale, la Lazio ha sempre trovato la via del gol contro il Sassuolo in Serie A (2.4 di media a partita), ma ha perso la per la prima volta contro i neroverdi proprio nella gara d’andata di questo campionato (2-1 al Mapei Stadium realizzato da Berardi, Missiroli e Felipe Anderson).

T di Tanti gol, pochi gol. L’attacco della Lazio in Europa spaventa tutti. In tutte le 8 gare europee, i biancocelesti sono sempre andati a segno, a differenza di quanto accade in campionato, dove sono rimasti a secco 4 volte negli ultimi cinque turni. I tre gol rifilati al Galatasaray, possono far ben sperare.

U di Uno scialbo pareggio. I biancocelesti arrivano da uno scialbo pareggio a reti bianche a Frosinone e da un’ottima vittoria per 3-1 con relativa qualificazione in Europa League contro il Galatasaray, ma la situazione in classifica è deficitaria, con un ottavo posto a 37 punti, uno in meno proprio dei neroverdi romagnoli.

V di Verso Praga. Sarà la Sparta Praga la prossima avversaria della Lazio in Europa League. Lo I cechi hanno incontrato i biancocelesti in altre due occasioni: in Champions League, nell’annata 2000-01 e in quella 2003-04. La prima volta, nella fase eliminatoria di quell’edizione, i capitolini ebbero la meglio sugli avversari per 3-0, in casa (doppietta di Inzaghi e rete di Simeone), e 1-0 al ritorno (Ravanelli); nella seconda circostanza, i biancocelesti, si imposero a Roma per 2-0, mentre a Praga, furono sconfitti con il risultato di 1-0.

Z di Zapping. La partita sarà possibile vederla in diretta tv sui canali calcio di Sky Sport e Mediaset Premium, che per i loro clienti rendono disponibile lo streaming delle partite tramite le app Sky Go e Premium Play, che permettono di visionare le partite in diretta live su tablet e cellulari Android o Apple come iPad e iPhone. Accanto a queste opzioni, svariati canali stranieri come RSI, ORF, RTL e La2 che avendo comprato i diritti tv per la Serie A del campionato italiano permettono di vedere le partite anche sui loro siti online.

Michela Santoboni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.