Lazio, si presenta Provedel: "La Lazio per me è una grandissima occasione, penso solo a fare il massimo per migliorare"

Pubblicato 
mercoledì, 10/08/2022
Di
Martino Cardani
Lazionews-Ivan-Provedel-Lazio-Presentazione
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO PROVEDEL PRESENTAZIONE- A Formello, prima dell'allenamento pomeridiano delle 18.00, si è presentato il neo acquisto Ivan Provedel. Dopo una lunga trattativa, che in svariati momenti ha rischiato di arenarsi completamente, il portiere ha espresso la sua gioia per essere approdato alla Lazio.

LEGGI ANCHE----> Così Provedel saluta il suo Spezia (FOTO)

La presentazione di Ivan Provedel

Le parole di Igli Tare

"Siamo qui a presentare la trattativa più lunga nell'era Lotito, ma finalmente è andata a buon fine. Ci sono state tante problematiche che hanno rallentato il suo arrivo, ma siamo contanti di presentarlo qui. Il nostro allenatore l'ha voluto fortemente. Può dare il suo apporto a questa squadra, la sua esperienza nel calcio italiano avrà un ruolo importante, insieme a Maximiano avranno la possibilità di dimostrare il loro valore".

Le parole di Provedel: sull'arrivo alla Lazio

"Ringrazio il direttore e la società per aver portato a termine questa trattativa che è stata particolare e lunga. Non c'è un'età giusta o sbagliata per arrivare, io ho fatto il mio percorso fatto di tanta gavetta, ho avuto anche un intoppo con un infortunio che mi ha fatto faticare per molto tempo. Per me è una grandissima occasione, penso solo di fare al massimo per migliorare. Spero di dare un contributo alla squadra per gli obiettivi da raggiungere".

Sul passaggio da attaccante a portiere

"Io ho sempre voluto fare il portiere, ma il mio percorso è stato diverso. Ho sempre avuto il sogno di fare il portiere a un certo livello, poi ho avuto questo percorso e al bivio ho deciso di fare il portiere e da lì ho iniziato. Mi allenavo a quel punto ogni giorno pensando di migliorarmi per farmi trovare pronto, io ci speravo fin dal primo giorno, sono un professionista al massimo, volevo entrare in condizione il prima possibile."

Su Yashin e sui portieri che hanno ispirato Ivan

"Ci sono questi racconti, abitando vicino a Yashin, ti fanno fantasticare. Io nel 2000 ho visto gli Europei con Toldo mi sono innamorato di questo ruolo. Marchetti l'ho seguito molto, è stato un portiere che mi ha ispirato molto".

Sulla crescita della sua carriera: dalla Juve Stabia alla Lazio

"Ho sempre sognato di giocare ad alti livelli, cerco di non crearmi aspettative. Se ero lì mi hanno dato la possibilità di stare bene dopo un brutto infortunio. Io sono qui ma non ho ancora fatto niente".

Sul dualismo con Maximiano

"Il mister pretende qualità, il mio unico pensiero è imparare quello che vuole il mister e integrarmi con i compagni. Io non ho altri pensieri se non quello della prossima partita"

Sull'apprezzamento di Mister Sarri

"Fa piacere sentire quello che mi dici ma non faccio caso alle statistiche. Io so che questo è un mondo che viaggia velocissimo, un momento fai bene e sei titolare, subito dopo un errore il giudizio cambia. Cerco di interpretare il ruolo nel miglior modo possibile. Mi fa piacere che il mio nome sia affiancato all'apprezzamento del mister."

Sul suo gol in Serie B

"Spero che non serva rifarlo perché in quella occasione stavamo perdendo..."

Sulle emozioni che gli darà l'Olimpico

"Da avversario mi ha dato tanta emozione, andrà ancora meglio vivendolo da portiere della Lazio con i tifosi".

, ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram