Tempo di lettura: 5 minuti

Pubblicato il 09/11 alle ore 11.00

LAZIONEWS.EU – La terza sosta del campionato non arriva nel modo sperato da Pioli: con una sconfitta nel derby sul groppone. Ora la truppa biancoceleste avrà due settimane di tempo per ricaricare le pile e tornare alla vittoria in campionato già a partire dalla prossima col Palermo. Il tecnico, però, dovrà fare a meno di 12 giocatori, tutti impegnati con le rispettive nazionali. Si tratta di: Candreva, Parolo (Italia), Milinkovic-Savic (Serbia U21), Cataldi (Italia U21), Kishna, Hoedt (Olanda U21), Biglia (Argentina), Onazi (Nigeria), Felipe Anderson (Brasile U23), Oikonomidis (Australia U23), Berisha (Albania) e Lulic (Bosnia).

L’ELENCO COMPLETO:

11 novembre

FELIPE ANDERSON: Brasile U23-Stati Uniti U23 2-1 (42’ Gabriel, 47’ Luan, 58’ rig. Kiesewetter), Ilha do Retiro, Recife*
—> in campo 77 minuti, serve l’assist per il secondo gol verdeoro e sfiora la rete a più riprese. Viene poi sostituito da Valvidia

12 novembre

HOEDT E KISHNA: Olanda-Bielorussia 1-0 (25’ Janssen), Willem II, Tilburg***

—> Hoedt in tribuna, Kishna ha fornito l’assist del gol decisivo e poco dopo ha sfiorato la rete con una bella conclusione a giro da fuori. Lascia il campo al 87° per fare posto a Haye

OIKONOMIDIS: Qatar U23-Australia U23 3-1, Grand Hamad Stadium, Doha*****

13 novembre

CANDREVA E PAROLO: Belgio-Italia, 3-1 (Stadio Re Baldovino, Bruxelles)*

—> Candreva in campo 90 minuti e autore del gol dell’Italia. Parolo titolare e in campo 60′: QUI LA CRONACA DEL MATCH

CATALDI E MILINKOVIC-SAVIC: Serbia U21-Italia U21 1-1  (47′ Milinkovic-Savic, 56′ Cataldi) Stadio Karadjordje, Novi Sad ***

—> Entrambi i biancocelesti in campo 90 minuti. Milinkovic-Savic apre le marcature, risponde Cataldi. Ottima prova per i due laziali, entrambi ammoniti.

LULIC: Bosnia-Irlanda, 1-1 (82′ Brady, 85′ Dzeko) Stadio Bilino Polje, Zenica****

—> Il biancoceleste è rimasto in campo per 88 minuti. Il match, valido per l’andata dei playoff per Euro 2016, è terminato 1-1. In vantaggio l’Irlanda con Brady, risultato portato in parità da Dzeko.

ONAZI: Nigeria-Swaziland 0-0 (Adokiye Amiesimaka Stadium, Port Harcourt)**

—> Il biancoceleste è rimasto in campo per l’intera partita, in cui la Nigeria ha attaccato molto, senza però riuscire a trovare la via del gol. Match che termina dunque a reti bianche.

BERISHA: Kosovo-Albania 2-2, (54′ Manaj, 58′ Celina, 69′ Elbasani, 72′ Rrahmani), Stadio Comunale di Pristina*

—> Amichevole terminata in parità, 2 reti per parte ma soprattutto gran festa per gli albanesi che festeggiano ancora la storia qualificazione ad Euro 2016. Berisha in campo dal primo minuto.

BORECKI: Polonia U19-Cipro U19 3-0. Il giovane biancoceleste è partito titolare.

ROKAVEC: Slovenia U19-Irlanda U19 (32′ Rokavec). Il bianoceleste è rimasto in campo 65 minuti, siglando il gol vittoria al 32esimo del primo tempo.

BIGLIA: Argentina-Brasile 1-1 (34′ Lavezzi, 58′ Lucas) Estadio Monumental, Buenos Aires**

—> La partita prevista originariamente nella notte itaiana tra il 12 ed il 13 Novembre era stata rinviata a causa della forte tempesta di pioggia che ha colpito Buenos Aires. Il match si è giocato stanotte e ha visto pareggiare le due sfidanti. Ha aperto le marcature Lavezzi, su assist di Higuain, poi nella ripresa il pareggio brasiliano firmato Lima. Buona prova per Biglia, qualità e quantità per il centrocampista biancoceleste che ha rimediato anche una botta – entrataccia di David Luiz – senza riportare conseguenze.

15 novembre

FELIPE ANDERSON: Brasile U23-Stati Uniti U23 5-1 (Estádio Mangueirão, Belém)*

——-> Il numero 10 biancoceleste è sceso in campo al 15′ al posto dell’infortunato Valdivia con i verdeoro sotto di un gol e nel secondo tempo ha completato la rimonta. Al 2′ approfitta della spensieratezza della difesa avversaria calciando in porta e mettendo in rete la respinta del portiere da posizione defilata, è il 2-1. Poi al 17′ arriva anche il 3-1 con una gran punizione da più di 25 metri col destro. E’ stato lo show di Felipe.

16 novembre

LULIC: Irlanda-Bosnia 2-0 (24′ e 70′ Walters) Aviva Stadium, Dublino****

Termina l’avventura di Senad Lulic ad Euro 2016. Termina ancora prima di cominciare perché la sua Bosnia si arrende all’Irlanda nel play off di accesso ai gironi, superata 2-0 dagli uomini di O’Neill dopo l’1-1 dell’andata. Il laziale gioca tutti e 90 i minuti, più recupero, ma non incide mai sul match e rimedia un cartellino giallo.

OIKONOMIDIS: Iran U23-Australia U23 1-1, h 16.00 locali (Iranian Club, Dubai)*****

BERISHA: Albania-Georgia 2-2 (2′ Amisulashvili, 54′ Chanturia, 89′ Basha, 94′ Xhaka), Qemal Stafa, Tirana*

Dopo il 2-2 contro il Kosovo, la squadra di Gianni De Biasi si ripete nel punteggio contro la Georgia. Una prestazione di carattere, con il pareggio che arriva in rimonta e in extremis nei minuti di recupero. Gli ospiti infatti conducono 0-2 fino all’89’ grazie alle reti di Amisulashvili e Chanturia, poi segna Basha e al 94′ Xhaka fa esplodere lo stadio di Tirana. Il portiere della Lazio Berisha, gioca tutta la gara.

BORECKI: Lussemburgo U19 – Polonia U19 2-2

——> Il centrocampista della Lazio Primavera gioca titolare nella gara di qualificazione agli Europei di categoria. Impiegato da mezz’ala in un centrocampo a 3, il classe ’97 disputa una buona prova per 65 minuti, poi lascia il posto al collega Kuzdra. Il Lussemburgo passa subito in vantaggio con Muratovic, poi i biancorossi pareggiano grazie alla rete di Swiderski. Qualche minuto e padroni di casa ancora avanti con un altro gol di Muratovic, prima del 2-2 finale di Janick, che regala un punto preziosissimo in classifica.

17 novembre

ONAZI: Nigeria-Swaziland 2-0 (51′ Simon, 87′ Ambrose), Adokiye Amiesimaka Stadium, Port Harcourt**

—> Il centrocampista biancoceleste rimane in campo per tutto il match, e nel finale indossa addirittura la fascia da capitano nella vittoria della Nigeria 2-0 contro lo Swaziland. Un passo importante verso la fase finale di qualificazione ai prossimi Mondiali

MILINKOVIC-SAVIC: Slovenia U21-Serbia U21 2-0 (61′ Sporar, 83′ Otic), Stadio ŠRC Bonifika, Koper***

—> Il centrocampista biancoceleste parte titolare nel 4-5-1 di Sivic, posizionandosi alle spalle dell’unica punta Saponjic e rimane in campo per tutta la partita finendo anche ammonito. La Serbia a sorpresa crolla per 2-0 in casa della Slovenia, ora è al secondo posto nel gruppo 2 dell’Italia capolista.

CATALDI: Italia U21-Lituania U21 2-0 (2′ Berardi, 24′ Benassi) Stadio Teofilo Patini, Castel Di Sangro***

—> Salta il match perché squalificato. L’Italia comunque vince senza problemi per 2-0 con due splendide reti di Berardi e Benassi. Gli azzurrini di Di Biagio sono primi nel gruppo 2 a quota 13 punti, più tre sulla Serbia.

KISHNA: Slovacchia U21-Olanda U21 4-2 (14′ Janssen, 23′ Janssen, 50′ Mihalik, 64′ Rusnak, 83′ Chrien, 90’+4′ rig Zrelak), Stadio Spartak Myjava, Myjava***

——> L’esterno biancoceleste parte da titolare nel 4-3-3 di Grim. E’ un harakiri quello dell’Olanda under 21. Una doppietta di Janssen porta gli orange in vantaggio nel primo tempo e la partita sembra ipotecata. Ma nella ripresa gli olandesi riescono nell’impresa di subire quattro gol – firmati Mihalik, Rusnak, Chrien e Zrelak su rigore – che regalano la vittoria alla Slovacchia per 4-2. Hoedt, infortunatosi alla caviglia, ha saltato la partita ed è già tornato a Formello.

CANDREVA E PAROLO: Italia-Romania 2-2 (8′ Stancu, 55′ rig Marchisio, 66′ Gabbiadini, 88′ Andone), h 20.45 Stadio Dall’Ara, Bologna*

——–> I due biancocelesti partono dalla panchina: Parolo entra in campo al 32′ della ripresa al posto di Marchisio, Candreva al 36′ rilevando El Shaarawy. C’è stato poco spazio per incidere da parte loro, soprattutto dopo l’inferiorità numerica per l’infortunio di Gabbiadini.  Gli Azzurri subito in svantaggio, pareggiano con il gol di Marchisio su calcio di rigore. Poi completano la rimonta proprio con la rete dell’attaccante del Napoli ma si fanno raggiungere nei secondi finali.

BIGLIA: Colombia-Argentina, h 21.30/17.30 locali (Estadio Metropolitano Roberto Meléndez, Barranquilla)**

———> Sembrava che la partita dovesse essere rimandata per il maltempo, invece la pioggia ha dato tregua e spazio alla gara. Il capitano della Lazio parte da titolare e al 19′ mette a segno il gol del vantaggio della Seleccion con un tap-in a concludere una grande azione. La rete del biancoceleste sarà decisiva per la vittoria sulla Colombia nelle qualificazioni ai Mondiali 2018 e particolarmente importante: è il suo primo centro da quando ha iniziato a vestire nel 2011 la maglia dell’Argentina.

*Amichevoli
** Qualificazioni Mondiali 2018
*** Qualificazioni Europei U21
**** Playoff Euro 2016
***** AFC U23 Championship

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!