Lazzari: "Siamo più maturi con un anno di Sarri alle spalle"

Pubblicato 
domenica, 14/08/2022
Di
Emanuele Castellucci
lazio-bologna-lazzari-intervista-lazionewseu
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO BOLOGNA INTERVISTA LAZZARI - La Lazio ha vinto col Bologna 2 a 1 grazie ad un autogol di De Silvestri e alla rete di Immobile. Al termine del match Manuel Lazzari ha parlato ai microfoni di Sky Sport e dei canali ufficiali del club.

LEGGI ANCHE ---> Immobile: "Il mio gol? Lo dedico al popolo laziale"
LEGGI ANCHE ---> Le PAGELLE di Paolo Cericola | Lazio-Bologna 2-1: Immobile decisivo, esordio terribile per Maximiano
LEGGI ANCHE ---> Serie A| Lazio-Bologna 2-1: la sintesi e il tabellino del match

Lazio - Bologna: l'intervista a Lazzari

“Diciamo che dopo i primi minuti andare in inferiorità numerica non me l’aspettavo. E' stato un inizio complicato in cui abbiamo giocato senza mai mollare e siamo stati sempre uniti. Siamo riusciti a venire fuori, la squadra era molto fisica e difficile che difendeva in 10 dietro la linea della palla. Oggi raccogliamo 3 punti importanti davanti alla nostra gente e questo è bellissimo. I nostri sforzi ci hanno ripagato. Siamo più maturi, dopo un anno con Sarri alle spalle, non dobbiamo montarci la testa, nonostante abbiamo giocato in 10 abbiamo messo tanto cuore per reggere l’urto del Bologna, dobbiamo continuare così e far più punti possibili fino alla sosta. Penso che oggi abbiamo fatto 2 gol e c'erano comunque ancora 4-5 occasioni da rete, il problema da gol non c’è, potevamo farne tanti altri oggi, c'è da migliorare la fase difensiva visto che abbiamo subito troppi gol l’anno scorso, la fase offensiva e difensiva hanno funzionato oggi. Era complicato in 10 contro 11 per come difendevano con la linea di 5 quando eravamo in 10. L'espulsione loro ci ha dato una grande carica. A fine primo tempo negli spogliatoi ci siamo detti che l’avremmo vinta, il gol del pareggio ci ha dato una carica in più e il 2-1 ci ha dato 3 punti che ci meritiamo. Quando c’è stata l'espulsione di Maximiano ci siamo guardati e detti che dovevamo tenere la squadra corta e stretta e sacrificarci l'uno per l'altro fino al 96esimo, questo è l’aspetto più bello della partita".

Sul ruolo nello scacchiere di Sarri

"Il mister mi ha sempre dato tanta fiducia sin dal ritiro dell'anno scorso. Era un ruolo mai fatto in carriera. Ci è voluto qualche mese in più per ingranare ma sono felice perché mi mi piace tantissimo e spero di migliorare ancora. Opportunità per la Nazionale? Sicuramente, gioca a 4 e giocare così nella Lazio è sicuramente un punto in più".

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram