Restiamo in contatto

NOTIZIE

LE PAGELLE di Paolo Cericola. Immobile cecchino vero, Correa sublime. Bene Hoedt in marcatura

Pubblicato

il

lazionews-lazio-immobile-esultanza-gol
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO ZENIT PAGELLE – La Lazio batte lo Zenit San Pietroburgo per 3 a 1 e compie un grande passo in avanti verso la qualificazione agli ottavi di Champions League. La squadra di Simone Inzaghi indirizza il match già nel primo tempo, con i gol di Ciro Immobile e Marco Parolo. L’attaccante poi, nella ripresa, segna su calcio di rigore la rete del definitivo 3-1. Inutile la marcatura di Dzyuba per i russi, già matematicamente fuori dalla competizione. Queste le pagelle del nostro direttore, Paolo Cericola.

Lazio Zenit, le pagelle di Paolo Cericola

Reina 6,5 Al primo tiro subisce goal, ma senza responsabilità. Bravo nel finale a chiudere su Driussi
Patric 7 Ordinato e puntuale in chiusura. Esce spesso a testa alta impostando dal basso.
Hoedt 7 Bene in marcatura, un po’ timido nella ricerca dell’anticipo, ma bravo in chiusura spesso in scivolata.
Acerbi 6,5 Ancora una volta viene spostato a sinistra, spinge tanto, ma commette l’errore in marcatura su Dzyba che punisce subito al primo tiro.
Lazzari 6,5 Pochi cross, ma alcune pregevoli accelerazioni. Sbaglia un goal fatto allo scadere del primo tempo. Sotto porta manca un po’ di cattiveria
Parolo 7 Conferma quanto buono fatto già a Crotone. Sta bene fisicamente e si vede. Sfodera un gran destro per il 2 a 0 momentaneo
Leiva 7 Un po’ stanco e meno dinamico di sabato scorso, ruba tanti palloni facendo ottimamente filtro
Luis Alberto 7 Le maglie larghe dei russi diventano per lui terra di conquista. Crea perle di grande qualità.
Marusic 6,5 Spinge con fisicità, forza e continuità. Aiuta molto anche in chiusura
Correa 8 Tutte le azioni più importanti passano per lui. Semplicemente sublime in più occasioni
Immobile 8 Pronti via fa un goal pazzesco infilando l’incrocio con un destro forte e preciso da fuori area. Pericolo continuo per i russi che stende definitivamente dagli 11 metri. Cecchino vero.
Inzaghi 8 L’inizio della gara è perfetto grazie all’approccio giusto ed al goal fantastico di Immobile. Dopo 25 minuti il match cambia quando lo Zenit accorcia, ma la Lazio resta padrona senza mai permettere ai russi di essere pericolosi. Mette più di un piede negli ottavi in maniera più che meritata.

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.