lazionews.eu-cagliari-lazio-ciro-immobile-gol-felipe-caicedo
Foto LaPresse/Tocco Alessandro
Tempo di lettura: 2 minuti

CAGLIARI LAZIO PAGELLE – La Lazio inizia nel migliore dei modi il nuovo campionato. La formazione di Simone Inzaghi s’impone sul campo del Cagliari e vince per 2-0. A decidere il match le reti di Lazzari e Ciro Immobile, entrambe propiziate da un assist di Adam Marusic. Queste le pagelle del nostro direttore, Paolo Cericola.

Cagliari Lazio, le pagelle di Paolo Cericola

Strakosha 6,5 Nessun pericolo di rilievo, una parata su Joao Pedro e nulla di più
Patric 6,5 Sbaglia un paio di giocate per leggerezza, ma è grintoso in ogni occasione
Acerbi 7 Leader del reparto. Legge ogni giocata, non concede nulla agli attaccanti avversari. Perfetto
Radu 7 il Boss inizia con il piede giusto. La corsa verso Favalli e verso la vetta delle presenze in biancoceleste è lanciata. Non sbaglia nulla.
Lazzari 7 Perfetta la sua chiusura da quinto sull’assist di Marusic per il vantaggio. È una spina continua nel fianco sardo, peccato sia poco cattivo sotto porta.
Luis Alberto 7 Delizioso in ogni giocata. Gioca più basso prendendo la squadra per mano.
Leiva 6,5 In crescita fisica e la squadra ne beneficia. Legge con grande intelligenza
Milinkovic 7 Elegante e possente si prende il centrocampo senza concedere nulla agli avversari. Il tiro a giro dal limite parato da Cragno è da campione vero
Marusic 7,5 Travolge tutto e tutti a sinistra. Bravissimo a spaccare la difesa del Cagliari ed a fornire l’assist del vantaggio, devastante sul raddoppio
Correa 6 Si vede poco. Alterna cose buone ad alcune giocate poco incisive
Immobile 7 Tanto cuore e qualità. È ovunque ad aiutare la squadra, ma poi lì davanti è una sentenza. Mette dentro in maniera deliziosa lo 0 a 2 che chiude la gara
Inzaghi 7 In emergenza ma nessuno se ne accorge. La sua Lazio ha qualità e sicurezza tanto che il Cagliari non è mai pericoloso. Buon inizio in attesa del mercato…

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
Nella notte dei tempi, era il 1994, decisi che il giornalismo doveva essere la mia strada; così è stato. Ho iniziato con il nuoto poi il calcio dei grandi. Ho consegnato giornali nei bar, nei circoli, per strada, annusando il profumo delle rotative ed il fascino della stampa su carta. Mondiali, europei, Nazionale, il miglior momento del calcio Nazionale con le ‘7 sorelle’....non mi sono fatto mancare nulla. Ho lavorato per il Corriere dello Sport, il Tempo, il Giornale, l’agenzia di Stampa Dire, Radio Incontro e dal 1997 sono inviato di Radio Radio. L’unico hobby che ho coltivato ed al quale non rinuncio: 3 figli meravigliosi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.