Luis Alberto Campionato Serie A Tim incontro Sassuolo v Lazio allo Stadio Mapei di Reggio Emilia. Reggio Emilia, 24-11-2019 © Marco Rosi / Fotonotizia
Tempo di lettura: 2 minuti

LE PAGELLE SASSUOLO LAZIO – Questo pomeriggio, la Lazio ha sconfitto per 2-1 il Sassuolo grazie alla rete nel finale di Caicedo. Queste le pagelle delle prestazioni dei biancocelesti stilate dal direttore di Lazionews.eu, Paolo Cericola.

Le pagelle

Strakosha 6,5 un solo intervento di rilievo. Sul goal subito sta a guardare inerme

Patric 6  inzaghi sceglie ancora lui. Lo spagnolo fa il suo in maniera pulita senza sbagliare nulla. 

Luiz Felipe 6 gioca causa l’influenza che colpisce Radu. Gioca centrale fa fatica. Ammonito viene sostituito da Bastos.

Acerbi 6 spostato a sinistra non è la stessa cosa. Fatica soffrendo la velocità del Sassuolo ma ci mette esperienza e qualità 

Lazzari 6,5 spinge con una certa continuità partendo da lontano e cercando di prendersi la fascia. Boga è un brutto cliente 

Milinkovic 6,5 ormai bisogna assuefarsi a questo giocatore. Gioca 20 metri più indietro e si vede. Fa fatica a farsi vedere davanti.

Leiva 6,5 in crescita. Meglio rispetto ad alcune delle ultime uscite.

Luis Alberto 7 cerca in maniera quasi ossessiva la giocata a giro, è prodigioso nel sfornare assist. Impegna Consigli in una occasione. 

Lulic 6 corre moltissimo finché Inzaghi lo lascia i campo. Ammonito viene sostituito da Lukaku.

Immobile 6,5 per l’8ª partita consecutiva va in goal facendo 15 in 13 partite. Il gioco del Sassuolo lo favorisce così come Consigli sul goal….non è difensore e si vede nel goal subito da Caputo. 

Correa 6,5 nel primo tempo è devastante. Trascina la squadra ed è un pericolo continuo. 

Inzaghi 7 in settimana ha strigliato i suoi accompagnato dai 5 minuti in partenza per Reggio del Presidente Lotito. Lazio bella ma poco incisiva in molte occasioni, si addormenta sul pari ma trova la rete con Caicedo nel finale che la tiene ancora terza collezionando la 5ª vittoria consecutiva.

Caicedo 7,5 non doveva giocare, causa una caviglia in disordine. Ci mette il solito cuore negli 11 minuti che inzaghi gli concede.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
Nella notte dei tempi, era il 1994, decisi che il giornalismo doveva essere la mia strada; così è stato. Ho iniziato con il nuoto poi il calcio dei grandi. Ho consegnato giornali nei bar, nei circoli, per strada, annusando il profumo delle rotative ed il fascino della stampa su carta. Mondiali, europei, Nazionale, il miglior momento del calcio Nazionale con le ‘7 sorelle’....non mi sono fatto mancare nulla. Ho lavorato per il Corriere dello Sport, il Tempo, il Giornale, l’agenzia di Stampa Dire, Radio Incontro e dal 1997 sono inviato di Radio Radio. L’unico hobby che ho coltivato ed al quale non rinuncio: 3 figli meravigliosi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.