Tempo di lettura: 2 minuti

LIVERANI: “I cori razzisti verso Juan e Diakité? Meno se ne parla meglio è”

L’ex centrocampista commenta il derby ai microfoni di Radio Manà Manà Sport

(getty images)

“Stekelenburg? Il regolamento è troppo penalizzante per il portiere.Va detto però che se Bergonzi fosse stato più indulgente le polemiche ci sarebbero state, ha applicato il regolamento e ha fatto bene. I portieri cercano spesso di intervenire sul pallone”. Sono le parole di Fabio Liverani a Radio Manà Manà Sport 24.
Durante la trasmissione ‘C’è calcio per te’, Liverani commenta poi l’atteggiamento tattico della Roma:

 “La squadra di Luis Enrique ha un atteggiamento offensivo ma quando perde la palla a centrocampo rischia sempre di subire l’imbeccata centrale. I giallorossi devono rammaricarsi perché hanno subito gol su calcio da fermo. La Lazio ha sbagliato troppe occasioni sul 2 a 1 e poi ha rischiato anche il pareggio. Bojan prima? Magari se fosse entrato sarebbe stato al posto di Totti in quel momento non sarebbe stato giusto perché Francesco dava respiro alla squadra. La Lazio ha tutto per giocarsi il posto in Champions insieme a Lazio e Udinese”.

L’ex regista di Lazio e Fiorentina parla anche degli allenatori:L’equilibrio a Roma è difficile da trovare. Luis Enrique nel bene o nel male andrà sempre per la sua strada, il problema sono gli artefici del suo gioco. L’idee di gioco sono importanti ma gli interpreti sono quelli che rendono positivo o negativo l’esito di una partita. Insegna calcio e questo è importante. Gli errori nel derby di Pjanic e Simplicio nel possesso palla sono individuali, non di gioco”.

Liverani continua: “Per vincere servono i campioni, ma bisogna dire che in Italia non c’è una società che può prendere top player. Per questo si deve progettualizzare. La società ha cambiato tanto e ci sono tanti giovani”.

 “I cori razzisti verso Juan e Diakité? Non si devono criminalizzare una o l’altra tifoseria, succede troppo spesso. E’ una questione che fa affrontata, ci sono troppi maleducati ma meno se ne parla meglio è. I due ragazzi hanno gestito bene la cosa con tanta classe”. Conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.