ROME, ITALY - SEPTEMBER 01: Luis Alberto of SS Lazio scores a first goal during the Serie A match between SS Lazio and AS Roma at Stadio Olimpico on September 1, 2019 in Rome, Italy. (Photo by Marco Rosi/Getty Images)
Tempo di lettura: < 1 minuto

LUIS ALBERTO LAZIO – La Lazio non è solo Ciro Immobile. La vittoria di Firenze ha consegnato ai tifosi biancocelesti una squadra spettacolare e cinica. Se il bomber partenopeo, con i suoi gol, ha permesso di raggiungere risultati storici, dietro di lui un intero gruppo ha lavorato con costanza affinché ciò fosse possibile. Se l’undici di Inzaghi mostra uno dei giochi più verticali e divertenti in Serie A, gran parte del merito va riconosciuto a Luis Alberto, fulcro degli schemi dei capitolini.

Il ritrovato Luis Alberto

L’assist no-look per Correa nell’occasione del 2 a 1 al Milan è qualcosa di straordinario, ma non un evento unico. Come riporta il Corriere dello Sport, il Mago è rinato in una posizione che possiamo definire di regista offensivo. Verticalizzazioni, ricerca della profondità, aperture: se non è marcato lo spagnolo illumina la Lazio. E ora servirà il suo aiuto, soprattutto dopo gli acciacchi che hanno colpito i tre attaccanti biancocelesti. 7 assist in campionato, meglio di lui solo De Bruyne in Europa. E se a questo fondamentale aggiungesse un po’ più di cattiveria nel tiro in porta e qualche gol…

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.