lazionews-lazio-luis-alberto-correa
Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

LAZIO MILAN LUIS ALBERTO – Luis Alberto si sta dimostrando un giocatore unico per rendimento e qualità. Il faro del gioco della Lazio sta incidendo sulla rincorsa scudetto biancoceleste con 14 assist e 5 gol già messi a referto. E’ il Golden Boy di Simone Inzaghi e questa sera, prima del fischio d’inizio del match contro il Milan, sarà premiato come miglior giocatore del mese di febbraio. E’ il classico numero 10, un regista a tutto campo. Genera gol, fraseggia, può lanciare o ragionare, sa dribblare e verticalizzare. Un po’ come Gianni Rivera gioca uno o due tempi in anticipo e questa sera potrebbe cambiare anche posizione.

Luis Alberto insieme a Correa: un ritorno all’antico

Come riporta il Corriere dello Sport, Simone Inzaghi sta valutando l’avanzamento di Luis Alberto a seconda punta insieme a Correa per sopperire alle assenze di Immobile e Caicedo. Milinkovic resterà in mediana, con lo spagnolo avanzato per cercare il colpo, il duetto, la stoccata giusta. Si tornerà all’antico, a un ruolo più vicino alla porta come nella stagione 2017-2018, quella della sua esplosione. La coppia Luis Alberto-Tucu si è già vista lo scorso anno in Europa League, contro l’Eintracht Francoforte. Gol dell’argentino con tocco smarcante del Mago, prima della rimonta tedesca (1-2 alla fine). Ma il duetto funziona e Luis Alberto con il Milan ha un passato positivo. Lo spagnolo ha segnato ai rossoneri il suo primo gol all’Olimpico, il 10 settembre 2017 (Lazio-Milan 4-1). Il bilancio poi recita 3 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte con 2 assist. Numeri da incrementare già stasera. La corsa scudetto passa anche dalla fantasia del diez biancoceleste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.