lazionews-lazio-nazionale-mancini-italia.
Foto LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

MANCINI CORONAVIRUS – In occasione dei 75 anni di Tuttosport e Corriere dello Sport, il commissario tecnico della Nazionale Roberto Mancini ha rilasciato delle dichiarazioni. L’ex attaccante della Lazio ha affrontato diversi temi, legati soprattutto al problema del Coronavirus. Ecco le sue parole ai microfoni di SportLab.

Mancini sulla situazione legata al Coronavirus

“Qual è il lavoro essenziale oppure no? Quelli che dicono che il loro lavoro non è essenziale vivono in un altro mondo. Il calcio ha pagato questo, intorno al calcio ci sono moltissime persone con stipendi normalissimi, in tutte le squadre e in tutti i club. Dai magazzinieri ai giardinieri, al cuoco. Ci sono tante persone che lavorano. Abbracciarsi dopo i gol è sbagliato? Noi siamo stati in ritiro 11 giorni e abbiamo fatto 11 tamponi. Vero è che quelli dei club tornano a casa, ma si contagiano i giocatori, le persone, un po’ tutti. Mi sembra che possa prendere chiunque in qualsiasi ambito. È più difficile prenderlo all’aria aperta, forse”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.