lazionews-lazio-inter-milinkovic-sergej
Foto LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

MILINKOVIC LAZIO – Tra le mille difficoltà c’è sempre un segnale di rinascita. Come un fiore che rinasce su un campo arso dal fuoco, la Lazio è pronta a ripartire sulle spalle del gigante Milinkovic. Il serbo ha preso la squadra per mano in Champions League e l’ha trascinata fuori dall’emergenza scoppiata prima del match contro il Club Brugge. Le assenze di Lucas Leiva e Luis Alberto lo hanno responsabilizzato, e il Sergente non ha deluso le aspettative. Anzi: ha fatto vedere nuove qualità.

Lazio, Milinkovic alla ribalta internazionale

Come riporta Il Corriere dello Sport, Sergej Milinkovic è stato il giocatore che ha toccato il maggior numero di palloni contro il Club Brugge: 45, come Marco Parolo. Inoltre il serbo è stato il più cercato dai suoi compagni, tanto che ha ricevuto almeno un passaggio da tutti i laziali in campo. In totale 47, dieci in più di Francesco Acerbi, secondo in questa speciale classifica. Ha intercettato palloni, cambiato gioco con aperture precise e ha anche avuto sul piede la palla della vittoria, ma Mignolet gli ha cancellato con il corpo la gioia del gol. Meritava la rete, ma può sempre rimediare a Torino. Un match che la Lazio giocherà ancora in emergenza e dove Sergej ritroverà suo fratello, Vanja. Nell’emergenza più grande, Simone Inzaghi si gode il suo Sergente internazionale. Le prestazioni in Champions League e in Nazionale serba lo hanno posto alla ribalta. Dopo la doppietta contro la Norvegia valsa la finale degli spareggi per Euro2020, ora Milinkovic vuole tornare a segnare per la sua Lazio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.