Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

KOBE BRYANT – Sono passati quasi sei mesi dal tragico giorno in cui la leggenda del basket, Kobe Bryant, è rimasto vittima di un incidente aereo. Insieme all’ex giocatore dei Los Angeles Lakers persero la vita sua figlia Gianna ed altri sei passeggeri nel tragico schianto a Calabasas, in California. Un rapporto di 1.700 pagine della “National Transportation Safety Board” ha rivelato le possibili cause che hanno portato all’incidente.

Kobe Bryant, le cause dell’incidente aereo

Ara Zobayan, il pilota dell’elicottero su cui erano a bordo, potrebbe essere stato tratto in inganno della scarsa visibilità. In una comunicazione con la centrale di controllo del traffico aereo, si legge, il pilota avrebbe infatti affermato di voler salire a 1200 metri di altezza mentre in realtà si stava dirigendo verso il suolo. Per il consulente della sicurezza aerea John Cox la traiettoria irregolare dell’elicottero (il velivolo ha rallentato, è salito, poi si è inclinato su un lato mentre precipitava) è stata quella tipica di un pilota disorientato dalle cattive condizioni di visibilità del terreno o della linea dell’orizzonte. Le 1.700 pagine del rapporto non danno una conclusione sulle cause dell’incidente, ma si limitano a riportare i dati di fatto che emergono dalle rilevazioni. In seguito, un altro rapporto cercherà di dare delle risposte definitive.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.