Nations League | Italia-Ungheria 2-1

Pubblicato 
martedì, 07/06/2022
Di
Martino Cardani
Tempo di lettura: 2 minuti

NATIONS LEAGUE ITALIA UNGHERIA- Si è conclusa la seconda giornata del gruppo A3 di Nations League. Italia-Ungheria è finita 2-1. Buona la prestazione della squadra di Mancini, che conferma le buone cose viste con la Germania.

Nations League, Italia-Ungheria

Primo Tempo

La giovane Italia di Roberto Mancini cerca certezze a Cesena. L'avversario, l'Ungheria dell'italiano Rossi, è un avversario da non sottovalutare. Al debutto i magiari hanno sconfitto 1-0 l'Inghilterra, dimostrandosi una squadra ostica. L'Italia parte subito forte, con la voglia e il piglio giusto e, con un paio di accelerazioni e triangolazioni veloci sembra poter mettere in difficoltà gli ospiti. Superato un inizio compassato prova a uscire l'Ungheria che, con un paio di azioni centrali, spaventa gli Azzurri. L'Italia ha occasioni con Mancini (due volte da corner) e Pellegrini, che non si intende con Gnonto al momento dell'assist decisivo. L'Ungheria calcia da fuori area, soprattutto con il suo giocatore più talentuoso, Szoboszlai. L'equilibrio dura 30', quando l'ottimo Spinazzola, al rientro da titolare dopo il terribile infortunio, smarcatosi sulla sinistra, serve un pallone delizioso a Barella. Il centrocampista dell'Inter, all'ottavo centro con gli Azzurri, fulmina l'ottimo Dibusz con un destro che si infila nel sette. 1-0. L'Ungheria fatica e l'Italia insiste, proponendo un buon gioco, veloce e divertente. Al 45' la pressione azzurra viene premiata: Politano, corsaro sulla sinistra e imprendibile dai difensori avversari, serve un pallone rasoterra arretrato in area; Gnonto finta, Pellegrini raccoglie e, da pochi passi raddoppia. All'intervallo Italia-Ungheria 2-0.

Secondo Tempo

Il secondo tempo riparte con l'Italia che pare in controllo, anche se l'Ungheria prova a farsi pericolosa con Sallai, che chiama Donnarumma all'intervento. Per l'Italia è Politano che va vicino al 3-0, colpendo la traversa di sinistro. Quando l'Italia sembra avviata a una serata tranquilla, ecco l'episodio che potrebbe cambiare il match: incursione sulla destra dell'Ungheria, cross teso in mezzo all'area e Mancini, nel tentativo di anticipare un avversario che probabilmente non sarebbe mai arrivato sul pallone, in scivolata lo appoggia nella propria porta. Rimpallo sfortunato e 1-2 al minuto 61'. Gli Azzurri, nonostante il colpo, non si scompongono e conducono in porto la partita con buone trame e buona intensità. L'occasione migliore capita ancora a noi, con Locatelli, subentrato a Pellegrini, che non riesce ad angolare una conclusione ravvicinata dopo un'azione insistita. A Cesena l'Italia torna a vincere. Il risultato avrebbe potuto essere più ampio ma, per i segnali, la voglia e la classifica, va benissimo così.

Nations League, il tabellino di Italia-Ungheria

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Mancini, Bastoni, Spinazzola (75' Dimarco); Barella (84' Tonali), Cristante, Pellegrini (66' Locatelli); Politano (75' Belotti), Raspadori (84' Zerbin), Gnonto.
All. Mancini

UNGHERIA (3-4-2-1): Dibusz; Lang, Orban, Attila Szalai; Nego (58' Fiola), Adam Nagy (58' Styles), Schafer (87' Vancsa), Zsolt Nagy (81' Bolla); Adam Sallai (87' Martin Adam), Szoboszlai; Adam Szalai.
All. Rossi

Marcatori: 30' Barella (I), 45' Pellegrini (I), 61' Mancini (A.G.)

Arbitro: Scharer (Svizzera)

NOTE- A disposizione: Italia: Cragno, Meret; Bonucci, Luiz Felipe, Di Lorenzo; S. Esposito, Pessina. Ungheria: Gulacsi, Szappanos; Kecskes, Spandler; Barath, Vecsei; Salloi.
Ammonizioni: Barella (I), Shafer (U), Cristante (I).
Espulsioni: //
Recupero: 0' nel primo tempo, 4' nel secondo tempo.

LEGGI ANCHE: Italia, Mancini: "Tutti gli allenatori sono coraggiosi. Se hai giocatori bravi devi metterli in campo"

Di Martino Cardani

, ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram