Tempo di lettura: < 1 minuto

NICCHI AIA – Marcello Nicchi, presidente dell’Associazione Italiana Arbitri, ha parlato ai microfoni della RAI. L’ex arbitro si è soffermato in particolare su temi di stretta attualità come razzismo e violenza.

VAR RAZZISMO VIOLENZA – “Finalmente è ripartito il campionato. Gli arbitri stanno bene, hanno lavorato molto durante la sosta e la ripresa è stata positiva, al netto di qualche sbavatura che ci può stare. Credo che si debba smettere di parlare di tre cose: la Var, che è diventata un argomento da bar; il vergognoso problema del razzismo, che deve essere debellato ad ogni costo; e la violenza, ambito nel quale sono stati fatti passi da giganti per prevenire e reprimere. Queste tre cose girano insieme, quindi ognuno deve fare il proprio compito. L’idea di Capello (far sedere in campo la squadra in caso di ‘buu’ razzisti, ndr.) non è praticabile. Solo l’addetto alla forza pubblica presente in tribuna ha il potere di sospendere una gara di Serie A, poi è chiaro che se un allenatore fa uscire dal campo la propria squadra la partita è finita”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.