petkovic urla

NOTIZIE SS LAZIO – Ai microfoni di Lazio Style Radio 100.7, il tecnico Vladimir PETKOVIC commenta i sorteggi di Nyon che hanno decretato il doppio confronto (20-27 febbraio) contro i bulgari del LUDOGORETS RAZGRAD:

Commento sul sorteggio
“Sicuramente poteva andare anche peggio, ma dobbiamo prendere questa squadra con le pinze perché è una bella squadra che gioca un buon calcio e un calcio veloce, ha tanti giocatori stranieri nella rosa. Non hanno questa esperienza internazionale come abbiamo noi, ma sono giocatori di valore che hanno messo in difficoltà tante squadre. Siamo favoriti ma dovremo dare il massimo per vincere contro questo avversario”.

Non ci sono tanti giocatori bulgari nella rosa di Stoev…
“Le squadre bulgare cercano sempre una vetrina quando giocano contro una squadra italiana. I giocatori danno sempre il 100% e anche di più contro le italiane per mettersi in mostra”.

In caso di qualificazione, una tra Dinamo Kiev e Valencia…
“Prima facciamo un passo alla volta, cerchiamo di vincere contro il Ludogorec, tutte e due le squadre sono di valore e di visibilità internazionale. La Dinamo è un’ottima squadra che è sempre in Champions e che con lo Shaktar stanno facendo bene, con ottimi giocatori. Non so chi delle due è la favorite, ma saranno avversari tosti, ma agli ottavi saranno tutti avversari tosti. Abbiamo vinto anche lo scorso anno contro due tedesche, non eravamo favoriti e con un po’ di fortuna si poteva andare avanti anche con il Fenerbahce”.

Quanto è stato importante per la LAZIO il percorso in Europa League dello scorso anno?
“Noi in questa fase a gruppi, ma anche lo scorso anno, abbiamo avuto la consapevolezza che si può e si riesce a fare il risultato. Dobbiamo prendere una partita una dopo l’altra col massimo impegno e cercare di passare il turno, per essere una bella vetrina in Europa anche per diversi giocatori. Più a lungo siamo in Europa, più i giocatori possono mettersi in mostra”.

Può essere un traino per la stagione della Lazio anche in campionato?
“Sì, dobbiamo fare anche in campionato passo dopo passo, prepararsi per la partita contro il Verona dove è fondamentale portare a casa i punti. Abbiamo visto lo scorso anno la prima fase del campionato avevamo fatto bene, la seconda parte un po’ meno. Ma in questo senso abbiamo tutte le possibilità di fare meglio quest’anno”.

Quali difficoltà ha riscontrato in Europa rispetto al campionato?
“In Italia si studia tanto l’avversario, si imposta anche il gioco in confronto dell’avversario. In Europa si gioca di più a viso aperto, in Italia si punta fin troppo sulle ripartenze e si cerca di provocare la fortuna senza subire gol nei novanta minuti”.

Tornando sul Ludogortes…
“Per loro il campionato bulgaro è importante, ma giocare in Europa è un altro stimolo e ha un altro valore anche per la società, per mettere in mostra tutti i giocatori che comprano. E’ un valore aggiunto per la società e per i giocatori e per questo hanno fatto bene anche come gruppo e sono sicuro che daranno tutto per opporci una bella resistenza e rimanere ancora in Europa”

L’allenatore del Ludogorets ha detto che la Lazio è favorita
“La sosta natalizia può dare vantaggi e svantaggi, ma lì non ci sono alibi, ci si affronta come ci si arriva e bisogna cercare di portare la vittoria a casa”

FINE

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.