Restiamo in contatto

NOTIZIE

QUI FORMELLO. Ecco le prove anti-CAGLIARI: c’è KONKO, allarme RADU

PIOLI si concentra sui movimenti dell’avversario rossoblu, ma ballano i terzini. Con MAURI attacco e centrocampo tipo…

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

QUI FORMELLO – Antivigilia della decima di campionato, la LAZIO di PIOLI continua la preparazione in vista del posticipo del lunedì contro il CAGLIARI, per un duello tra 4-3-3. Appuntamento alle ore 16, per un’ora abbondante di allenamento, dove il tecnico ha dato vita alle prime prove tattiche con un particolare focus sui possibili movimenti dell’avversario rossoblu. A tenere banco è la questione terzino destro, ruolo in debito di candidature a causa delle contemporanee assenze di BASTA per infortunio e CAVANDA per squalifica. Scelte ridotte a due soluzioni tatticamente ‘estreme’ come PEREIRINHA o GONZALEZ, ma per fortuna c’è anche KONKO. Il francese ha risolto il problema articolare che l’aveva bloccato per la convocazione di VERONA, oggi ha sostenuto l’intera seduta in tutte le sue fasi. E dopo un periodo nel dimenticatoio, caratterizzato dalla degradazione da titolare a terza scelta, potrebbe toccare proprio al numero 13 ex-Genoa, comunque insidiato dall’esterno portoghese.

Da una fascia all’altra: RADU (contusione alla schiena, ndr)anche oggi non si è visto sul campo e BRAAFHEID è in stato di preallarme. Se anche nella rifinitura di domani il romeno non dovesse invertire il segnale, ci sarebbe il via libera per l’avvicendamento con il collega olandese. Qualche certezza in più dal reparto centrale di difesa, che nonostante il rientro a pieno regime di CANA, dovrebbe ancora comporsi con DE VRIJ e CIANI. In mediana si viaggia verso un ritorno del trio PAROLO-BIGLIA-LULIC, così che in avanti possano riaprirsi le porte per l’ingresso di MAURI. Il brianzolo ha l’ok del CONI, potrà ri-completare il tridente con CANDREVA e DJORDJEVIC. Dietro all’attaccante serbo aleggia sempre l’ombra di Miro KLOSE, se non altro nell’ottica di un ragionevole turnover. Mister PIOLI però, per ora ha sempre tenuto l’asso tedesco ben stretto nella manica. Per la porta, infine, l’inevitabile presenza di Federico MARCHETTI, tornato a volare tra i pali biancocelesti.

Francesco Pagliaro

Lazionews.eu è una testata giornalistica Iscritta al ROC Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 137 del 24-08-2017 Società editrice MANO WEB Srls P.IVA 13298571004 - Tutti i diritti riservati