Tempo di lettura: < 1 minuto

LAZIO RAVANELLI SCUDETTO – Anche Fabrizio Ravanelli, l’ex attaccante della Lazio, è intervenuto ai microfoni di TMW Radio nella giornata di oggi.

Le parole di Ravanelli

“Fu il segno del destino, che lo scudetto fosse decretato dalla mia città Perugia, contro la mia squadra del cuore, la Juve. Abbiamo vinto meritatamente, fu una giornata straordinaria. Abbiamo potuto condividere subito la gioia con tanti tifosi della Curva, che sono venuti negli spogliatoi a festeggiare. E’ stato bello condividere con alcuni di loro quel momento. Sono stati momenti indelebili. Se ci credevamo? Noi giocatori ci abbiamo sempre sperato. Sapevamo che il Perugia se la sarebbe giocata. C’era confusione nel capire se la partita sarebbe ripresa. Noi però ci credevamo, perché il campo di Perugia è sempre stato storicamente difficile per i bianconeri. Quando abbiamo capito che potevamo farcela? Quando abbiamo vinto a Torino. Sapevamo che la rincorsa avrebbe potuto avere un esito positivo. Abbiamo accelerato e siamo arrivati al finale di campionato con una condizione straripante. Altrimenti non avremmo mai vinto quello scudetto. La Juve lo ha perso quel titolo, noi non fallimmo mai niente. Quella Lazio andava col cambio automatico, andava da sola”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.