Reja: "Secondo posto? Il derby sarà decisivo. Avrei preferito fare punti altrove"

Pubblicato 
lunedì, 04/05/2015
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti

INTERVISTE POSTGARA - Al termine di Atalanta-Lazio, l'ex laziale Reja prende la parola ai microfoni dei media:

REJA IN CONFERENZA STAMPA

"Non ho fatto un torto a nessuno: ho pareggiato con il Napoli, la Roma e oggi con la mia ex squadra. Noi giochiamo sempre per vincere. Abbiamo creato diverse occasioni, non mi potevo permettere di aspettare la Lazio. Abbiamo pressato molto bene su Cataldi e Parolo: con questa intensità speravo di andare in vantaggio e ci siamo riusciti. Abbiamo creato tante occasioni, ma dopo un po’ abbiamo rallentato. Io non sono contento del pareggio: preferisco o vincere o pareggiare. Anche perché tutte le partite che abbiamo fatto non erano facili. Giocare con questa intensità vuol dire che la squadra sta crescendo. La Lazio ha fatto vedere il miglior calcio del campionato. Lo dico senza dubbi: adesso meriterebbe il secondo posto, indipendentemente dal calendario difficile. Avrei preferito prendere punti altrove. Sono contento per Biava che ha siglato il gol dell’ex. La Lazio sai che ti può incastrare da un momento all'altro. Quando vanno sul fondo, i biancocelesti sono sempre pericolosi. La Lazio è una squadra forte, ma deve recuperare Biglia e de Vrij: due baluardi di questa formazione. Ho seguito sempre Lazio anche per simpatia".

REJA A MEDIASET PREMIUM
I tuoi ex ti hanno abbracciato..
"Fa piacere dal punto di vista umano, è stato emozionante. Poi quando si va sul rettangolo di gioco si mette da parte tutto, ma gli anni con la Lazio non si possono dimenticare perché abbiamo ottenuto ottimi risultati".

REJA A RAI SPORT
Avrei preferito fare punti altrove e lasciare alla Lazio la porta aperta - ammette candidamente l'ex tecnico biancoceleste -. Per quanto fatto vedere in questo campionato, meritano il secondo posto. Per me si giocherà tutto nel derby, anche se bisogna vedere quello che farà vedere il Napoli".

REJA A SKY SPORT

"Ho chiesto ai ragazzi di velocizzare palla. Parolo e Cataldi dovevano essere pressati molto perché è da lì che partono le azioni della Lazio. È stato un punto prezioso contro una Lazio dai valori tecnici straordinari. È stata una bella partita con occasioni da una parte e dall’altra. Ma non siamo ancora del tutto salvi, il Cagliari ha un calendario più abbordabile di noi, e noi dobbiamo riuscire a vincere. Oggi credevo di farlo ma non potevamo tenere quel ritmo per tutti i 90’. Questo risultato però potrebbe essere determinante. La corsa Champions? Il calendario non favorisce la Lazio perché dovrà affrontare l'inter, la Sampdoria, il Derby e infine deve andare a Napoli. Secondo me dipenderà tutto dal derby. I miei derby? L’ho vissuto bene. Ricordo il gol di Klose, ad un minuto dalla fine. Oggi sono venuti a cercarmi per salutarmi. È stata una bella cosa e che ricorderò volentieri”.

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram