FOCUS | Roma - Lazio: Pellegrini e Cataldi, il derby dei romani

Pubblicato 
giovedì, 17/03/2022
Di
Andrea Castellano
lazionews-roma-lazio-pellegrini-cataldi-derby
Tempo di lettura: 3 minuti

ROMA LAZIO PELLEGRINI CATALDI - Il derby di Roma non è mai una partita come le altre. La capitale d’Italia, una delle città più grandi e piene di storia del mondo, deve affrontare ogni anno la stracittadina più importante del nostro stivale. La fede e la passione che ritroviamo in questa gara è alla base della cultura calcistica di Roma. In passato sono stati moltissimi i protagonisti che hanno lasciato un segno indelebile nella storia del match, mossi molto spesso dal loro cuore. Da Alessandro Nesta a Francesco Totti, passando per Daniele De Rossi e Paolo Di Canio. Tutti provenienti da varie zone dell’immensa capitale, con la loro maglia come seconda pelle. Nell’ultimo periodo troviamo altri due giocatori che si sono aggiunti alla lista di “calciatori tifosi”, che hanno spesso lasciato il loro marchio nell’attesissima sfida. In particolare, parliamo di Lorenzo Pellegrini e Danilo Cataldi: stesso ruolo, stessa città natale, diversa fede calcistica.

Roma - Lazio: Lorenzo Pellegrini, il cuore giallorosso di Cinecittà Est

Lorenzo Pellegrini nasce con il pallone tra i piedi tra la parte sud di Roma e Cinecittà Est. È lì che l’attuale numero 7 di Mourinho coltiva la sua fede per la squadra che l’ha catturato: la Roma. Muove i suoi primi passi da calciatore nell’ALMAS Roma, storica società dell’Appio Latino. Nel 2005 arriva a vestire la maglia delle giovanili giallorosse, e da quel momento in poi è tutto in discesa: il romano gioca, si diverte e si fa notare, anche se qualcosa non va per il verso giusto. A 16 anni, il suo cuore ha deciso di giocargli un brutto scherzo: un’aritmia cardiaca non gli permette di continuare ad incantare con i Giovanissimi, rischiando di perdere tutto. Fortunatamente, ne esce nel modo migliore possibile: nel 2015 arriva l’esordio con la lupa sul petto e, tralasciando una parentesi con la maglia neroverde del Sassuolo, Lorenzo Pellegrini dal 2017 ad oggi non ha più lasciato la sponda giallorossa della capitale. Gol, assist, talento, qualità e cuore, il tutto con la fascia di capitano al braccio dal febbraio del 2021. Ha raggiunto l'obbiettivo di una vita, ricevendo l'amore incondizionato dei tifosi.

Roma - Lazio: Danilo Cataldi, dal quartiere di Ottavia con l'aquila come simbolo

Danilo Cataldi comincia a dare i suoi primi calci al pallone nel quartiere di Ottavia a Roma e, a differenza di molti suoi coetanei, cresce con l'aquila come simbolo. Infatti, la Lazio non è solo nel suo cuore, ma è anche nel suo destino: dal 2006 al 2013 veste la maglia biancoceleste, attraversando tutta la trafila delle giovanili, fino ad arrivare al Crotone in prestito. È un giovane di belle speranze, che però a causa di molti infortuni non riesce ad esprimersi al massimo. Nonostante tutto, nel 2015 riesce a coronare il suo sogno: l'esordio con l'aquila sul petto di fronte alla sua Curva Nord. Nelle due stagioni successive non riesce a convincere i vari tecnici capitolini e per questo, dopo vari prestiti, torna nella capitale solamente nel 2018. Da quell'annata però, il suo posto è assicurato: grinta, cuore, intelligenza e maturità, Cataldi si prende il centrocampo laziale. Da quattro anni a questa parte è diventato un idolo e un simbolo per i tifosi biancocelesti, che lo vedono come uno di loro che lotta sul prato verde.

Roma - Lazio: un gol nel derby che unisce Pellegrini e Cataldi

Lorenzo Pellegrini e Danilo Cataldi sono due calciatori all'apparenza diversi, ma molto simili. I due hanno diversa fede calcistica, ma sono nati a Roma, giocano entrambi a centrocampo e in più, in tutta la loro carriera, hanno realizzato solamente un gol nel derby. Questo è ciò che li unisce maggiormente: i ragazzi più tifosi nelle rose delle due squadre hanno messo a segno una rete per uno nella stracittadina più importante d'Italia. Infatti, è il 29 settembre 2018 quando, in una soleggiata domenica, Lorenzo Pellegrini apre le marcature del match contro la Lazio con un colpo di tacco a porta vuota. Un tocco di classe, una finezza che porta all'apoteosi giallorossa. La sfida terminerà poi 3-1 in favore dei lupacchiotti. Invece, il 2 marzo 2019, nel derby di ritorno, i biancocelesti asfaltano la Roma per 3-0. Tra tutti, è proprio Danilo Cataldi che mette la ciliegina sulla torta, concludendo con la rete un'azione magistrale delle aquile: un tiro da fuori area fa esplodere la Curva Nord, con conseguente corsa verso i tifosi del ragazzo di Ottavia. Entrambi hanno realizzato il loro sogno: giocare per la loro squadra del cuore e segnare nella gara più importante per un romano.

Andrea Castellano

, , , , , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram