Tempo di lettura: < 1 minuto

RASSEGNA STAMPA SS LAZIO- Parla molto di Lazio Delio Rossi intervistato da Il Messaggero (G. De Bari) sulla situazione attuale del campionato italiano. Quello dipinto dall’allenatore romagnolo è un quadro inquietante fatto di giocatori che vanno via dall’Italia e presidenti che non investono più. Non mancano in questo contesto critiche alla squadra biancoceleste alla quale dice di essere particolarmente legato. Ecco le domande in cui si è parlato della sua esperienza in biancoceleste:

La Lazio nona in classifica non rappresentauna delusione?
«Sì, perché non è entrata nemmeno in Europa. E’ una squadra che può essere catalogata tra il quarto posto, quando tutto le gira bene, e il settimo. Ma il Milan, per aspettative e risorse, ha fatto peggio ».

La protesta della Curva biancoceleste può incidere sui risultati?
«Alla lunga può influire. Non può esistere una squadra senza la sua gente, lo sa anche il presidente Lotito. E’ una situazione che rischia di diventare un alibi per i calciatori».

Cosa pensa del diciannovenne Keita?
«Anche lui è un talento naturale. Deve limare alcuni difetti, non va responsabilizzato troppo, bisogna lasciarlo crescere e va ripreso quando commette qualche errore. Guai a dirgli che è un fenomeno, sempre e comunque. E’meno attaccante di Zarate ma ha qualità eccezionali per diventare in fretta un numero uno».

Alla festa del 12 maggio ha ricevuto un’ovazione…
«Quattro anni di Lazio lasciano il segno. Mi sono legato ai colori biancocelesti, ho scelto Roma come città dove vivere, è stata la società più importante della mia carriera. Gli applausi dell’Olimpico mi hanno commosso, avrei voluto baciare uno a uno i tifosi. Se mi vogliono ancora bene, hanno apprezzato il lavoro e i risultati: meritano una grande squadra».

Tornerebbe alla Lazio?
«Fosse dipeso da me, non sarei mai andato via…»

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!