Tempo di lettura: < 1 minuto

SACCHI INTERVISTA – L’inizio di stagione della Lazio ha vissuto momenti complicati legati nello specifico a situazioni extra calcio. Sportivamente, però, la squadra di Inzaghi continua a tagliare traguardi importanti. Se in Serie A la classifica ancora non è ben delineata, in Champions i biancocelesti sono stati autori di un grandissimo girone sfociato nel passaggio agli ottavi. Di questo avviso è Arrigo Sacchi che sulle pagine del Corriere della Sera ha commentato i risultati delle big italiane. Ecco le sue impressioni.

Il ritorno delle big

“Qualcosa sta succedendo, vedo una nuova mentalità. In Europa se non giochi per vincere non vai da nessuna parte, è un’evidenza che io vado ripetendo da anni, ma che finalmente ora stanno cogliendo in molti. Prima erano le piccole a mostrare il calcio migliore, penso ad Atalanta, Sassuolo, Verona. Ora finalmente le grandi stanno riprendendo il loro ruolo di guida, di esempio. Penso al Milan dei giovani che è primo, alla Juventus di Pirlo che a Barcellona mi ha sorpreso facendo una partita gigantesca, all’Atalanta di Gasperini che è andata a prendersi la qualificazione in casa dell’Ajax vincendo nonostante le bastasse un pareggio, all’impresa della Lazio di Inzaghi in un girone complicato che ha aggredito fin dalla prima partita. È fondamentale che il messaggio, l’insegnamento arrivi dall’alto. È questa la vera grande notizia per il nostro movimento. Nulla è casuale, sei squadre qualificate su sette sono un segnale forte e chiaro, per tutti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.