Restiamo in contatto

APPROFONDIMENTI

FOCUS | Sampdoria, la Genova blucerchiata alla ricerca del riscatto

Pubblicato

il

focus sampdoria lazio
Tempo di lettura: 3 minuti

SAMPDORIA LAZIO AVVERSARIA – La Lazio tra alti e bassi è nel pieno del tour di force di dicembre. Dopo l’Udinese, si vola verso Genova, sponda blucerchiata. La Sampdoria arriva da un cambio di allenatore in estate: sulla panchina si è seduto Roberto D’Aversa. La squadra però non è mai riuscita ad ingranare piazzandosi poco sopra la zona retrocessione. Dopo due belle vittorie, i liguri sono stati fermati nell’ultima giornata dalla Fiorentina.

Quagliarella – Sampdoria, un amore nato per caso

Dal lontano 2016 ad oggi, Fabio Quagliarella passo dopo passo è entrato nella storia della Sampdoria e nel cuore di tutti i tifosi. Una carriera particolare, contraddistinta da tanti goal e da molti cambi di maglia. Gli inizi al Torino, il conseguente fallimento dei granata, l’approdo all’Udinese con vari prestiti. Poi il primo arrivo in blucerchiato nel 2006/07: Fabio comincia a farsi conoscere, si fa un nome per le sue capacità balistiche e per la sua fame, si guadagna la titolarità in poco tempo. L’anno dopo il ritorno ad Udine: qui finalmente l’esplosione. Poi il trasferimento a Napoli, nella sua Napoli. È una stagione piena di difficoltà che poi lo porta nelle prossime 4 stagioni alla Juventus. Molti alti e bassi, prestazioni troppo altalenanti per un attaccante come lui.

Dal Torino alla Sampdoria

Fa quindi ritorno al Torino, ricomincia a segnare, a far vedere quel Quagliarella che era mancato fin troppe volte. Sei anni fa approda quindi a Genova, sponda Sampdoria. Parte molto a rilento: solo 3 marcature. Cresce poi sempre di più arrivando a 12 e poi a 19 nelle due stagioni successive. Nel 2018/19 avviene però il vero e proprio cambio di marcia: segna 26 goal in Serie A (di cui 2 di tacco che gli valgono la candidatura per il Puskas Award) raggiungendo il record di Gabriel Omar Batistuta di 11 giornate di fila in rete. In più vince anche il titolo di capocannoniere del campionato italiano nonché il premio di miglior attaccante dell’annata. Come se non bastasse, si piazza sul podio per la Scarpa d’Oro. Per concludere, il 22 maggio 2021 raggiunge le 500 presenze in Serie A e il 16 agosto 2021 realizza il suo centesimo goal con la Sampdoria. Un campione totale, dentro e fuori dal campo. Ha dichiarato eterno amore ai blucerchiati che gli hanno permesso di esprimersi come calciatore. Una favola stupenda che continua ancora oggi.

2021, lo stile di gioco della Sampdoria avversaria della Lazio

La Sampdoria quest’anno ha trovato il giusto equilibrio con un classico 4-4-2. Tra i pali c’è sempre Emil Audero. Il talentuoso ragazzo arrivato dalla Juventus è da quattro anni il proprietario della porta blucerchiata. Nei quattro dietro troviamo Tommaso Augello e Bereszynski sugli esterni insieme a Colley e Maya Yoshida al centro. Una difesa composta da senatori esperti e da giovani di gamba e qualità. In mediana si giocano sempre due posti l’infaticabile Thorsby, Albin Ekdal e il classe ‘89 Adrien Silva. Sulle fasce gioca Verre a sinistra e Antonio Candreva a destra, la vera stella di questa squadra. L’ex della partita sta attraversando un grande momento di forma: assist e goal con costanza a servizio della squadra. A completare l’11 due veri numeri nove: Francesco Caputo e Fabio Quagliarella. Centravanti strepitosi, bomber di razza con statistiche impressionanti in Serie A e non solo. In questa stagione devono ancora trovare la giusta intesa, ma piano piano stanno mettendo in fondo al sacco sempre più palloni.

Sampdoria, corsi e ricorsi storici

Le sfide tra queste due squadre sono 109 in totale, con ben 52 vittorie capitoline, 26 per i liguri e ovviamente 21 pareggi. Il primo match risale al 10 novembre 1946 che è terminato 4-0 per la Lazio graie alla doppietta di Aldo Puccinelli. Non tarda ad arrivare la prima vittoria blucerchiata: 2-1 a Genova l’8 febbraio 1948 che è costato l’esonero di Toni Cargnelli, allenatore biancoceleste. Le partite tra queste due formazioni si sono sempre contraddistinte per un gran numero di goal. Infatti nella storia rivediamo per ben cinque volte il punteggio 4-0 per entrambe le compagini.

Altri numeri sui blucerchiati

Saltano all’occhio anche risultati che vanno oltre i 4 goal segnati: un 2-5 a Genova del 1949 (tripletta di Enrico Flamini), un 3-4 nel 1994 con doppietta di Giuseppe Signori, un 6-3 nel 1995 (in goal Signori, Mihajlovic e Chiesa, che poi si trasferiranno a Roma), un 5-2 sia nel 1998 (tripletta dell’ex Sinisa Mihajlovic) che nel 2000 (doppietta dell’ex Attilio Lombardo) e un più recente 7-3 allo Stadio Olimpico nel 2017 (doppietta di Ciro Immobile da una parte e di Fabio Quagliarella dall’altra). Tra tutti questi incontri, il 13 maggio del 2009 queste due società si sono ritrovate contro in finale di Coppa Italia. Nei 90 minuti al goal di Zarate ha risposto quello di Giampaolo Pazzini, quindi ci ha pensato Ousmane Dabo, ai rigori, a chiudere la partita regalando la vittoria alla Lazio

Avversaria Lazio 2021, le statistiche particolari sulla Sampdoria

Analizzando le statistiche, la Sampdoria è insieme all’Udinese e al Sassuolo la squadra che ha impiegato meno giocatori in tutta la Serie A: solamente 22. In più i liguri hanno anche ricevuto più cartellini gialli delle altre: in totale sono 47 le ammonizioni. Nonostante il grande tandem CaputoQuagliarella, i blucerchiati sono la squadra che ha segnato di meno con l’attacco (5 goal), insieme alla Salernitana

Andrea Castellano

Pubblicato il 3/12/2021

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lazionews.eu è una testata giornalistica Iscritta al ROC Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 137 del 24-08-2017 Società editrice MANO WEB Srls P.IVA 13298571004 - Tutti i diritti riservati