Getty Images
Tempo di lettura: 2 minuti

SASSUOLO LAZIO CONFERENZA INZAGHI – Terminata la pausa Nazionali si ricomincia subito a fare sul serio. La Lazio, per la tredicesima di campionato, farà visita al Sassuolo. I biancocelesti sono intenzionati a mantenersi saldi al terzo posto in classifica e per farlo dovranno espugnare il campo degli emiliani nel match di domani. Inzaghi, nella classica conferenza stampa pre partita, ha parlato dell’atteggiamento che i suoi dovranno avere per conquistare i 3 punti e di quanto sia livellato verso l’alto questo campionato. Ecco le sue parole.

La squadra

“Le ultime due soste non ci hanno aiutato. Dopo le pause è sempre un’incognita. Da mercoledì ho avuto il gruppo al completo, ma così è stato anche per il Sassuolo che ha diversi nazionali. Ho visto la squadra consapevole negli ultimi giorni, è una gara complessa, lo sappiamo”.

La sfuriata ai suoi

“La mia reazione è stata un pochettino enfatizzata. Volevo lavorare su un concetto che non era stato eseguito nel migliore dei modi. È stato solo un richiamo, poi i giorni dopo ho visto la squadra concentrata. Ogni allenatore deve intervenire nel modo giusto quando serve”.

Il Sassuolo

“Il Sassuolo è un’ottima squadra, vincendo il recupero avrebbe una buonissima classifica. Ci sono giocatori di qualità e un ottimo tecnico. L’anno scorso ci hanno messo in difficoltà all’andata. Ci furono due pareggi. Hanno degli ottimi elementi, attaccanti veloci e frizzanti, ma noi ci siamo preparati per una grande partita”.

Corsa Champions

“La classifica si sta delineando anche se siamo soltanto alla 13esima. Abbiamo quattro partite di campionato prima della Supercoppa, ogni gara è difficile. Dipende soprattutto da noi, da come interpretiamo le partite, non ci sono sfide semplici, serve sempre determinazione e aggressività”.

Incontro Club – Arbitri

“Questi incontri servono a migliorare tutti quanti. Sappiamo cosa ci è successo due anni fa, ci siamo giocati tutto nell’ultima partita, ci abbiamo rimesso con l’introduzione della Var. Poi tutti siamo cresciuti, ci siamo abituati, sappiamo che c’è una buonissima classe arbitrale.”

Derby vinto dalla Primavera

“Posso solo fare i complimenti a Menichini e al suo staff. Ho visto solo il primo quarto d’ora perché poi avevamo la rifinitura, ma la squadra aveva l’atteggiamento giusto. Abbiamo l’obbligo di far crescere i giovani, ma era anche tanto che non si vinceva un derby.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.