Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIONEWS.EU – Una petizione storica per uno scudetto storico. Arriva quasi a 30 mila la raccolta firme lanciata dall’avvocato Gianluca Mignogna per l’assegnazione ex aequo del tricolore 1914-15, campionato interrotto per la 1° guerra mondiale. La Lazio all’epoca era in testa al girone del centro sud e avrebbe affrontato nella finalissima il Genoa: finale che non fu mai disputata, ma lo scudetto andò comunque al Grifone. 100 anni fa, ma la storia non dimentica e un popolo, da sempre legato alle proprie origini, si è mosso per chiedere giustizia. Tante le iniziative nelle ultime settimane: dal raduno delle auto storiche allo striscione apparso in tribuna Tevere, senza dimenticare la giornata tricolore. La nostra redazione ha contattato in esclusiva l’avvocato Mignogna, per un nuovo punto della situazione.

A che punto è la petizione?

“Nonostante le divisioni ataviche che purtroppo caratterizzano perennemente il mondo Lazio, sono felicissimo che la petizione abbia quasi raggiunto la quota prefissata delle 30000 sottoscrizioni”

Anche Udinese e Torino sembrano voler rivendicare scudetti del passato…

“In questi giorni se ne è parlato molto e questo in qualche modo mi inorgoglisce. E’ importante sapere che i laziali vengono seguiti: dei pionieri, come sempre siamo stati. Ma i tre casi sono molto diversi. I friulani reclamano un titolo del 1896, un fatto precedente alla costituzione della Figc. I granata invece, vorrebbero far luce su un tentativo di combine verificatosi nel campionato 1926/27. Non voglio entrare nel merito delle questioni degli altri, ma la nostra è una vera ingiustizia sotto il profilo morale, giuridico e sportivo. Non dimentichiamoci che i laziali versarono un enorme contributo di vite umane per la patria in guerra”.

Cosa c’è nel dossier del Centro Studi Nove Gennaio 1900?

“Il dossier del Centro Studi Nove Gennaio 1900 conferma come la Lazio avesse già vinto il proprio girone di semifinale e fosse realmente la squadra più prossima alla finale, mentre a quanto pare il Genoa ritenne di non dover ottemperare alla direttiva della F.I.G.C. dell’epoca, che aveva disposto di anticipare gli ultimi incontri dal 23 al 16 maggio 1915 per l’imminente entrata in guerra dell’Italia”.

Tra pochi giorni verrà presentato “Dal Tevere al Piave, gli atleti della Lazio nella Grande Guerra”. Quanto questo libro aiuterà la causa?

“La presentazione del libro da parte di LazioWiki consentirà di evidenziare ancor di più meriti e sacrifici di quegli eroi non ancora celebrati come suggerirebbero ragioni di merito, etica e premialità”.

Dopo le 30 mila firme che succede?

“La quota delle 30000 firme è molto vicina e a breve ci saranno grosse novità. Come ho già avuto modo di dire, il ricorso verrà senz’altro presentato alla Figc ed i firmatari della petizione entreranno nella storia della Lazio”.

CLICCA QUI PER FIRMARE LA PETIZIONE

Giorgio Marota
TWITTER: @GiorgioMarota

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!